Maltempo a Roma 1 febbraio 2014: le ultime notizie

Sarà un finesettimana di disagi per buona parte dell’Italia. Il maltempo continuerà a imperversare sulle regioni centrali e nell’area ionica e nord-orientale. A dichiararlo sono gli esperti meteo e la Protezione civile che in questi ore sta monitorando la situazione critica di diverse zone. L’allerta meteo implicherà il rischio di criticità idrogeologiche e idrauliche.
Tra le città maggiormente messe in ginocchio in questa ondata di maltempo c’è sicuramente Roma, dove lo stato di massima allerta continuerà nelle prossime 18 ore.
Gli esperti hanno parlato di vera e propria ‘bomba d’acqua’, con livelli esorbitanti di precipitazioni: è stato registrato, infatti, che in appena 12 ore la quantità di pioggia riversatasi sulla Capitale è stata tra i 90 e i 130 mm. Ciò ha comportato gravi problemi alla viabilità e alle persone che vivono in luoghi dove è facile che si accumuli l’acqua.
Le forze dell’ordine hanno dovuto chiudere numerose strade e svincoli del Grande raccordo anulare (Gra) a causa degli allagamenti, che avrebbero messo in serio rischio l’incolumità degli automobilisti. La particolarità della situazione ha portato anche interventi altrettanto inusuali: in città una donna, incinta con le doglie appena iniziate, è stata tratta in salvo dai soccorritori grazie a un gommone che ha permesso loro di raggiungerla. Diversi, inoltre, sono stati i casi di cittadini che sono saliti sui tetti delle abitazioni per paura che i livelli dell’acqua salissero oltremodo.
Si è rischiata inoltre la tragedia sull’Aurelio, dove una frana si è staccata da una collina e nel suo passaggio ha distrutto alcune baracche, in cui risiedono dei nomadi. I vigili del fuoco, in questo caso, sono intervenuti per mettere in salvo sei persone di origini rom.
Il Comune di Roma, mentre le autorità tengono sotto osservazione i fiumi Tevere e Aniene, ha installato dei punti di ricovero per coloro che sono stati costretti ad abbandonare le proprie case. Sullo stato delle cose si è espresso anche il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che ha dichiarato: “È stato un evento di natura eccezionale. In 12 ore è caduto il 15% delle precipitazioni di un anno piovoso a Roma“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.