Giorno del ricordo vittime delle Foibe: imbrattati i monumenti

Oggi è il Giorno del ricordo delle vittime delle foibe, e c’è chi si beffa di questa ricorrenza imbrattando i monumenti. Il Giorno del ricordo in questione ha trovato luce nel 2004, in onore delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. E così in Italia, soprattutto nella parte a Nord-Est, vi sono molte iniziative al riguardo. Non mancano però gli atti vandalici, e alcuni monumenti sono stati imbrattati.

Infatti il Giorno del ricordo delle vittime delle foibe è soggetto ogni anno a contestazioni. A farne le spese sono i monumenti delle vittime. Ebbene, qualcuno ha deciso di imbrattarli in piazzale Marghera a Venezia. Il monumento per le vittime delle foibe è stato sporcato con segni di falce e martello e con della vernice rossa. Ma anche a Roma sono stati registrati atti vandalici di questo tipo, in prossimità della metro Laurentina. Qui sono comparsi dei volantini in cui si rivendicava il gesto, dicendo che il Giorno della memoria delle vittime delle foibe è un’ “operazione nazionalista e anticomunista“, e che inoltre è stato deciso senza che vi fossero delle prove storiche. Il monumento per le vittime delle foibe è stato sporcato con vernice bianca. E così il sindaco Ignazio Marino via Twitter ha detto di aver mandato una squadra a ripulire il monumento.

Insomma, questa tragedia, che costituisce una parte importante della storia dell’Italia, non viene considerata tale da chi ha deciso di perpetrare assurdi atti di vandalismo ai danni dei monumenti in onore delle vittime delle foibe. E così il Giorno del ricordo viene sporcato, insieme ai monumenti, da persone che continuano a negare l’accaduto. Purtroppo episodi del genere avvengono anche in altre occasioni, come in ricordo delle vittime della Shoah.

Ora i monumenti in ricordo delle vittime delle foibe verranno prontamente ripuliti, dimostrando l’importanza di ricordare tragedie del genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.