Aosta, Christiane Seganfreddo, ritrovato il cadavere

Ritrovato un cadavere ad Aosta: al 99% è quello di Christiane Seganfreddo, dicono gli esperti

Ad Aosta è stato ritrovato un cadavere in un ruscello. Sembra si tratti di quello di Christiane Seganfreddo. Al 99% è il suo, ha spiegato il questore d’Aosta. Un cadavere è stato trovato nella mattina di oggi in un ruscello ad Arpuilles, frazione collinare del posto. Sul luogo si sono recati il soccorso alpino, i vigili del fuoco e la polizia. Basandosi sull’abbigliamento, potrebbe trattarsi del corpo di Christiane Seganfreddo: l’insegnante di 43 anni di Aosta scomparsa da casa alla fine di dicembre. Infatti, secondo il questore di Aosta, Maurizio Celia, “Al 99% è il corpo della donna“. A scoprire il cadavere, rinvenuto in un terreno dell’Institut agricole regional, è stato un addetto alla cura delle vigne. Il corpo è stato ritrovato verso le 11.30. Sul posto è giunto anche il p.m., Pasquale Longarini, per verificare la situazione. Insomma, pare che il mistero legato a Christiane Seganfreddo sia finalmente giunto alla fine. Il cadavere della donna è stato ritrovato e le forze dell’ordine sono sicure al 99% che si tratti del suo corpo. Non resta che attendere riscontri ufficiali, ma sembrano una formalità. Finalmente, anche se con molta amarezza, si sarebbe dunque chiusa la vicenda legata alla sua scomparsa, che ha tenuto con il fiato sospeso mezza Italia. Non rimane che aspettare il riconoscimento ufficiale anche da parte dei familiari, il controllo del corpo e l’autopsia per stabilire quai sono state le cause esatte del decesso della donna. Proprio pochi giorni fa, Chi l’ha visto? aveva ripreso in mano il caso nella speranza che la donna scomparsa fosse ancora viva, ma il ritrovamento di oggi stronca ogni rosea speranza. Ultimo aggiornamento – Pochi minuti fa è giunta la conferma ufficiale: si tratta del corpo dell’insegnante 43enne scomparsa dalla sua casa a dicembre. Nelle prossime ore si terrà l’autopsia per stabilire le cause del decesso, mentre quelle legate alla sua scomparsa sarà dura stabilirle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.