17 marzo 2011 – festa nazionale per celebrare l’Unità d’Italia


Per festeggiare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il 17 marzo 2011, solo per quest’anno, è stato proclamato “festa nazionale”. Il Capo dello Stato e il capo del Governo hanno stabilito, di comune accordo, che le scuole e gli uffici resteranno chiusi per celebrare quest’importante evento.

La data scelta fa riferimento al giorno in cui a Torino, nel 1861, Vittorio Emanuele II di Savoia venne proclamato, dal Senato e dalla Camera dei Deputati, ‘Re d’Italia per grazia di Dio e volontà della nazione’, portando così a compimento l’Unità d’Italia. Quell’atto, che era la legge n. 4671 dell’allora Regno di Sardegna (l’Italia era divisa in sette Stati), diventò, il 21 aprile dello stesso anno, la legge n. 1 del neonato Regno d’Italia.

Per  l’occasione il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si recherà all’Altare della Patria e al Pantheon, per visitare la tomba del primo re. La festa continuerà con la riapertura del Gianicolo e con il concerto al Teatro dell’Opera dell’orchestra diretta da Riccardo Muti.

Ad annunciare il lieto evento è stato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, che ha segnalato anche un altro importante appuntamento con la storia, quello del 2 giugno, festa della Repubblica, data in cui il Presidente della Repubblica e quello del Consiglio hanno concordato di invitare nel nostro Paese i capi di Stato dei 26 Paesi europei, degli Stati Uniti, della Russia e dei Paesi in cui ci sono comunità italiane ben radicate (Argentina, Brasile, Uruguay, ecc).

Antonella Confuorto


  • Tag

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close