Bimbo di 10 anni muore a Cortina d’Ampezzo


Si è trasformata in tragedia quella che doveva essere una vacanza all’insegna dello svago e del relax a Cortina d’Ampezzo, meta molto ambita dai turisti in ogni periodo dell’anno. Un bambino veneto di 10 anni ha perso la vita mentre sciava assieme ad alcuni amichetti, che ad un certo punto lo hanno perso di vista. Sono stati proprio i suoi coetanei a dare l’allarme e avvisare i genitori del piccolo, che hanno provveduto a segnalarne la scomparsa. Gli uomini del soccorso alpino e gli agenti della Polizia si sono mobilitati per cercare il piccolo bambino, ma quando l’hanno trovato non c’era già più nulla da fare. Il corpicino del bambino è stato ritrovato in un bosco, al lato del tracciato, privo di vita. Dalle prime ricostruzioni, pare che abbia sbattuto violentemente contro un albero e che nonostante indossasse regolarmente il casco, quest’ultimo non è servito a impedire la tragedia, data la violenza dell’urto. Il piccolo è infatti morto sul colpo.

Purtroppo non è la prima volta che la montagna si tinge di rosso. Dai dati dell’istituto superiore di sanità, si evince che sono circa 35mila gli incidenti sulla neve segnalati ogni anno in Italia, anche se nella maggior parte dei casi l’incidente si risolve senza alcun danno per gli sciatori coinvolti, mentre sono circa 40 ogni anno i morti sulle piste da sci.

Marco Giustini, ricercato dell’istituto spiega che  il numero aumenta in modo proporzionale con il numero degli sciatori in pista: più folla c’è, più è alto il pericolo di incidenti. In particolare, è bene prestare particolare attenzione nell’ora di punta sulle piste va dalle 11 di mattina alle 15 di pomeriggio.

Sara Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.