Roma, fermato il vandalo che rovinò la fontana di Piazza Navona

E’ stato fermato il vandalo che ha rovinato la fontana di Piazza Navona. L’uomo, un uomo romano di 52 anni, è stato intercettato questa notte mentre si trovava nel centro storico di Roma. A fermarlo sono stati i carabinieri della stazione mobile di piazza Navona. E’ stato lui a danneggiare, due giorni fa, la Fontana del Moro di Piazza Navona, a Roma. L’uomo non ha opposto resistenza: ha ammesso subito di aver colpito la fontana aggiungendo un altro particolare shock. Secondo quanto dichiara infatti, sarebbe stato sempre lui ad aver colpito anche la Fontana di Trevi.

Il vandalo è stato riconosciuto dalle scarpe e dalla sua corporatura: nel video, registrato dalle telecamere di sicurezza che lo avevano “beccato” durante i due raid vandalici, erano proprio le scarpe indossate a incastrarlo.Dopo la notizia del danneggiamento di una delle opere più belle di Roma, oggi arriva un nuovo provvedimento. Sessanta telecamere per sorvegliare il Colosseo. Lo ha fatto sapere il sottosegretario ai Beni Culturali, Francesco Giro che ha aggiunto: “Le telecamere saranno a colori e ad alta definizione, collegate alla Sala Operativa del Comune”. A rafforzare il bisogno di prendere un provvedimento di questo calibro non solo la notizia del danneggiamento della fontana di Piazza Navona ma anche il tentativo da parte di un giovane americano di impadronirsi di alcuni pezzi di marmo del Colosseo sul lato di via Labicana. Il cittadino romano di 52 anni accusato di aver danneggiato la Fontana del Moro afferma: “Volevo attirare l’attenzione a causa di problemi personali che ho avuto per vicende con la magistratura. Ma sono rimasto sorpreso quando nessuno dei passanti mi ha fermato”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.