Firenze, coppia si buca sotto gli occhi di tutti: il video shock

Dopo i video che immortalavano più di una coppia che in pieno centro in alcune delle nostre grandi e affollate città facevano sesso colti da irrefrenabile passione, c’è di peggio. Adesso al centro dell’attenzione c’è un nuovo video shock dove protagonisti sono ancora una volta una coppia di ragazzi. Ancora una volta è Firenze il luogo dove le immagini purtroppo reali sono state girate, ma non c’è sesso, non si intravede amore ma l’annullamento di se stessi. Nel video il ragazzo viene ripreso mentre si droga, accanto c’è la sua ragazza che lo aiuta.

Niente di così anormale, non facciamo i finti moralisti, ma ciò che fa diventare shock il video è che il tutto si è svolto a Ponte Santa Trinità alle 15,30, in pieno centro storico dove turisti e gente del posto, tutti, potevano essere testimoni della scena.

Il video è stato pubblicato su internet dal corriere fiorentino.it. Ad accorgersi dei due giovani che si drogavano è stato un corriere che passava sul lungarno. E’ stato lui ad avvertire i vigili urbani che appena giunti sul posto hanno chiesto alla coppia di allontanarsi evitando di generare inutile confusione. In tutta risposta il ragazzo ha finito di bucarsi, i due si sono baciati e con un po’ di fatica si sono alzati e hanno iniziato a camminare.

I vigili intanto si erano spostati qualche metro più in là continuando a tenerli sotto controllo. A quel punto è iniziato un pedinamento prima in Borgo San Jacopo e poi via Guicciardini, vicino al Ponte Vecchio. I due fidanzati, sono entrati in un bar, hanno consumato una birra e sono scappati via senza pagare, si sono diretti verso Santo Spirito e hanno cercato di rifugiarsi in un palazzo. Ovviamente non sapevano di essere seguiti, sono stati entrambi denunciati per getto di cose pericolose nell’Arno, ovvero la siringa, furto aggravato e segnalati per uso di stupefacenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.