Livello d’istruzione in Italia si abbassa: i bimbi hanno difficoltà con calcoli e lettura

Le ultime notizie che arrivano dal mondo dell’Istruzione, e quindi dalla scuola, sono allarmanti. Secondo la classifica stilata all’Ilea, l’Associazione internazionale per la valutazione del rendimento scolastico, nel 2006 i bambini che frequentavano la classe quarta elementare, avevano collezionato 551 punti in lettura, posizionandosi al terzo posto dopo Russia, Hong Kong, Canada, Singapore e Lussemburgo. Il livello degli stessi bambini però, nel 2011, si è drasticamente abbassato: sono scivolati al sedicesimo posto con 541 punti. Superati da Finlandia, Irlanda, Danimarca, Croazia, Inghilterra, Olanda, Repubblica Ceca e Svezia. Praticamente un balzo indietro di 10 anni, con i risultati del 2001. Lo stesso “declino” è toccato alla matematica, così come ha evidenziato l’indagine  Timms su circa 4000 studenti italiani delle primarie: pur confermando lo stesso punteggio, 508 punti rispetto ai 507 del 2007, aumenta il distacco in graduatoria dalle prime postazioni con uno scivolone dal 16esimo al 24esimo posto. Anche nelle scienze il livello di istruzione, rispetto agli altri paesi, lascia un po’ a desiderare: il quarto posto fra le nazioni europee conquistato nel 2007 con 535 punti si è ridotto nel 2011 in un 11esimo posto con 524 punti.

Insomma, negli ultimi dieci anni di scuola elementare sembrerebbe proprio che ci sia stato un evidente calo generale di apprendimento. Probabilmente a causa delle riforme Moratti, Fioroni, Gelmini, l’abolizione degli esami di quinta elementare, le classi sempre più numerose, i maestri unici, il sostegno ridotto e i pochissimi insegnanti di inglesi.Fatto sta che è questo il prezzo che dobbiamo pagare per i tagli nel mondo dell’istruzione. «I tagli indiscriminati – spiega il vicepresidente della commissione cultura della Camera, Pierfelice Zazzera – hanno colpito anche la scuola primaria che era una eccellenza italiana. Bisogna restituire alle nostre scuole dignità». Piccola ripresa, invece, per la terza media: in matematica e scienze, dal 2007 al 2011, ha guadagnato 18 e 6 punti punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.