Massimo Giletti commenta la sua intervista a Silvio Berlusconi

Potremmo definirlo il day after. Dopo l’intervista a Silvio Berlusconi andata in onda ieri a Domenica In-L’Arena aspettavamo con ansia la reazione di Massimo Giletti. Come ha commentato il conduttore quello che è successo nel suo studio? Nulla di tragico: è stata una bella intervista anche con la stoccata a Barbara D’Urso e la minaccia dell’ex premier di andare via. Mi sono alzato perché Berlusconi non andasse via: sarebbe stato davvero brutto per chi guardava, una sconfitta innanzitutto per me e una sconfitta anche per l’azienda” questo il commento di Massimo Giletti intervistato da Repubblica.

E’ stato un momento molto difficile, però ho apprezzato che Berlusconi abbia accettato di rimanere, diversamente da quanto ha fatto dalla Annunziata, per affrontare uno scontro serio” in effetti non sarebbe stata la prima volta che Berlusconi decidesse di mollare un conduttore sul più bello.

Giletti si dice fiero della sua intervista: “Non gli abbiamo certo risparmiato domande, siamo partiti citando Repubblica e l’incontro tra Scalfari e Monti, gli abbiamo chiesto delle candidature o meno di Cosentino e Dell’Utri, gli abbiamo chiesto se davvero la crisi italiana fosse solo colpa di Monti e lì ha perso la testa.”

E per finire non poteva mancare anche la spiegazione sulla citazione della mitica Barbara D’Urso o meglio sul fatto che l’abbia tirata in ballo. “Sono stato io a citarla per primo, e mi dispiace, mi è sfuggito: non si può criticare qualcuno che fa un altro mestiere. Ma Berlusconi non poteva certo pretendere di fare un monologo di un’ora anche da me.

Ci sfugge un concetto: cosa vuol dire un altro mestiere? A voi l’ardua sentenza…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.