Rovigo, studente si impicca nel giardino di casa

Altra tragedia questa volta da Rovigo. Un giovane ha deciso di toglieri la vita e lo ha fattp nella casa disabitata di famiglia, nel giardino, impiccandosi a un albero. Daniele Tasso di solito nel week end passata da San Bellino per assicurarsi che nella vecchia casa dei suoi genitori andasse tutto bene e poi tornava nell’abitazione in cui viveva invece con sua mamma e con suo papà. Le ore passavano ma Daniele non tornava a casa così suo papà preoccupato che fosse successo qualcosa si reca nella vecchia casa dove purtroppo davanti ai suoi occhi ha una scena che non avrebbe mai voluto vedere. Suo figlio è morto, si è impiccato usando un albero del giardino.

L’uomo ha la prontezza di chiamare subito i soccorsi ma purtroppo al loro arrivo non c’era nulla da fare. 19 anni, Daniele frequentava la quinta dell’Istituto Alberghiero di Adria e, secondo quello che si legge sul Gazzettino, il quotidiano che tra i primi ha dato la notizia, i familiari avrebbero raccontato di come già lo studente aveva organizzato la sua estate.  Alcuni parenti della Svizzera infatti lo avrebbero accolto a Saint Moritz dove avrebbe effettuato la stagione come cameriere in un rinomato albergo. Oltre la padre Carlo distrutti dal dolore in questo momento ci sono anche la sua mamma,  Romina e fratelli Mattia, 22 anni, e Enrico, 14enne. Capire perchè Daniele ha compiuto questo gesto non sarà semplice e non ridarà ai suoi genitori il figlio che tanto amavano. Probabilmente alla base di questo gesto ci sono dei problemi che la famiglia ha avuto qualche anno fa, problemi di natura economica che erano stati però superati. La madre distrutta dal dolore si rimprovera perchè non ha capito che suo figlio stava ancora soffrendo tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.