Torino, fa ricoverare il figlio fingendo che sia malato e tenta di ucciderlo

Una storia davvero assurda arriva da Torino. Una donna ha fatto ricoverare il figlio fingendo che avesse qualcosa di grave e misterioso. In realtà il bambino non aveva nulla ma la madre volava ucciderlo con una dosa letale di insulina. Perchè la donna avrebbe fatto tutto questo? Secondo le ultime notizie riportate dai media torinesi, l’infermiera di 42 anni, residente nel Torinese, avrebbe fatto tutto questo solo per attirare i medici con i quali lavorava, per essere quindi al centro della loro attenzione. La donna è’ stata arrestata per tentato omicidio. L’infermiera potrebbe essere vittima di una malattia mentale: la “sindrome di Munchhausen per procura”.

A insospettire i medici il fatto che il bambino stava bene e sembrava anche migliorare ma ogni volta che la madre andava a trovarlo le sue condizioni di salute si aggravavano. A questo punto i dottori avrebbero deciso di far intervenire le forze dell’ordine. Nella stanza del bambino sarebbero state nascoste delle telecamere che avrebbero quindi registrato tutto. La donna, quando era sicura di non essere vista dai colleghi, manometteva la flebo inserendo insulina.

Le dosi di insulina iniettate non erano letali, ma sufficienti a creare uno stato di evidente malessere. Negli ultimi tempi si era formato un edema cerebrale. Ora la donna, che è stata arrestata e portata in carcere, è accusata di tentato omicidio, ma non è escluso che verrà sottoposta a una perizia psichiatrica per accertare se soffra o meno della “sindrome di Munchhausen per procura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.