Omicidio Yara Gambirasio, una nuova testimonianza contro Bossetti

In queste settimane si è continuato a parlare delle indagini sull’omicidio per la morte di Yara Gambirasio. Da un lato la famiglia di Bossetti continua a dire che l’uomo è innocente e non ha nulla a che fare con la morte della tredicenne di Brembate, dall’altro invece ci sono gli inquirenti che da sempre credono nella colpevolezza dell’uomo, colpevolezza che dovrà però essere dimostrata nel corso del processo. Durante la puntata di Quarto Grado in onda il 16 gennaio 2015 si parla di una nuova testimonianza. Ci sarebbe una donna che ha raccontato qualcosa di molto particolare. Prima della scomparsa di Yara, siamo nell’estate del 2010, la donna avrebbe visto un uomo in macchina, una macchina grande grigia, davanti la palestra di Yara. L’uomo non era da solo. Nella vettura con lui c’era una ragazzina bionda. Come mai la signora ha notato questo particolare? L’uomo non si comportava come se fosse il padre della ragazza, anzi. I due parlavano e sembrava che la ragazza non dovesse scendere, fosse presa dalla discussione. Non sappiamo se la donna può dire con cognizione di causa che la ragazzina in macchina fosse Yara ma è certa di una cosa, l’uomo era invece Bossetti. Lo può dire perchè lo ha visto subito dopo nel supermercato a comprare birre e panini per il pranzo. La donna avrebbe descritto Bossetti e avrebbe detto di averlo visto più volte in quel supermercato. Dopo l’arresto dell’uomo la donna vedendo in tv le immagini della macchina grigia in uso a Bossetti, riconoscendola, avrebbe deciso di rendere la sua testimonianza agli inquirenti. Una testimonianza di cui non si era mai parlato fino a questo momento ma del resto da sempre si è detto che probabilmente chi indaga ha diverso materiale in mano per dimostrare la colpevolezza dell’uomo. Nel frattempo la difesa di Massimo Giuseppe Bossetti continua le sue ricerche e prosegue sulla pista che sta seguendo da qualche tempo. Si va alla ricerca di un muratore che lavorava a Mapello ma che oggi non è più in Italia. Questa persona avrebbe potuto avere un contatto con Yara. LEGGI QUI PER APPROFONDIRE

Queste le ultime notizie sul caso Yara Gambirasio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.