Tasi 2016 l’acconto può essere pagato fino al 16 giugno, chi non deve pagare

Entro il 16 giugno bisogna pagare la tassa denominata da due anni Tasi. La tasi va pagata in acconto a Giugno e a saldo a fine anno. Chi deve pagarla? La tasi devono pagarla circa 20 milioni di contribuenti. Ovvero la pagano tutti coloro che hanno dichiarato l’immobile al catasto del proprio comune, come “abitazione di lusso” e chi ha seconda casa. Pertanto tutte quelle abitazioni non ritenute di lusso dal catasto saranno soggette all’esenzione dal pagamento della Tasi 2016. Non devono versare la rispettiva quota TASI 2016 né l’inquilino né il comodatario: solo a condizione che gli stessi risiedano anagraficamente e abitino nell’immobile che possiedono.

Sono in molti quindi a beneficiare dell’esenzione, in quanto con la manovra economica 2016, ha prodotto delle novità. Altri sono i beneficiari dell’esenzione, per esempio non devono pagare la Tasi, come leggiamo dal documento ufficiale redatto a guida per il pagamento della Tasi 2016: gli immobili delle cooperative; gli alloggi sociali; la casa coniugale, assegnata dal giudice all’ex coniuge in sede di separazione o divorzio, anche nel caso in cui l’immobile sia in comodato, qualora invece si tratti di fabbricato utilizzato in locazione vengono applicate le normali regole.

COSA SI PUO’ PORTARE IN DETRAZIONE CON IL 730 TUTTE LE NOVITA’

Chi invece è tenuto a pagare la Tasi 2016, deve dare un acconto della metà della parte che viene conteggiata in base alle aliquote e delle detrazioni deliberate per l’anno 2015. Chi è in affitto deve pagare? Se parliamo di affitto a canone libero il proprietario è tenuto a versare l’acconto IMU ed eventualmente quello della TASI, se istituita dal Comune. Se si fa riferimento all’affitto concordato, il titolare è tenuto a pagare l’IMU ed eventualmente la TASI, sempre se istituita dal Comune altrimenti non è tenuto al pagamento.

730 PRECOMPILATO TUTTE LE INFORMAZIONI E LE SCADENZE – LEGGI QUI

Ovviamente come già specificato in precedenza se gli stessi risiedano anagraficamente e abitano nell’immobile che possiedono non sono tenuti al pagamento della tassa. Per il conteggio e i calcoli potete visitare il sito www.amministrazionicomunali.it, in modo da inserire il vostro comune di appartenenza.

One response to “Tasi 2016 l’acconto può essere pagato fino al 16 giugno, chi non deve pagare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.