Strage in famiglia a Genova: poliziotto uccide moglie e figlie poi si toglie la vita

Notizie Flash-Una mattinata che inizia nel sangue quella del 2 novembre 2016 con una tragica notizia che arriva dalla Liguria. Siamo a Genova, nel quartiere Cornigliano, un uomo ha sterminato la sua famiglia. Non si conoscono ancora i dettagli di questa tragedia familiare. Secondo le prime indiscrezioni raccolte dai giornalisti sul posto, e le prime notizie date dalle forze dell’ordine, l’uomo avrebbe ucciso sua moglie e le sue due figlie per poi togliersi la vita.

Il SecoloXIX parla di “Strage in famiglia a Cornigliano” e fornisce altri dettagli sull’accaduto. Il fatto sarebbe avvenuto poche ore fa: un poliziotto ha ucciso la moglie, le due figlie e poi si è tolto la vita.I corpi sono stati trovati all’alba nell’appartamento in cui viveva la famiglia in piazza Mario Conti. La polizia, intervenuta sul posto, indaga sull’omicidio-suicidio.

Sui quotidiani on line della Liguria viene anche riportato il nome del poliziotto che avrebbe ucciso le sue due figlie e sua moglie. L’uomo si chiamerebbe Mauro Agrosì, aveva 49 anni e faceva parte del reparto mobile della polizia. Secondo le prime informazioni, intorno alle 6.30 l’uomo ha chiamato il 113 e ha detto: «Ho ucciso tutti, venite. Vi lascio la porta aperta».

Anche la moglie aveva 49 anni. Le due figlie invece avevano 14 e 10 anni. L’uomo ha lasciato una lettera per spiegare i motivi del suo gesto. Al momento però il contenuto della lettera non è stato reso noto per cui è davvero impossibile provare a capire i motivi che hanno portato questa persona a uccidere due bambina e sua moglie e poi a togliersi la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.