Elisabetta Ligabò la mamma di Alberto Stasi commenta in tv le ultime notizie sul caso

Elisabetta Ligabò, mamma di Alberto Stasi, parla per la prima volta in tv dopo le novità sul caso che vede coinvolto suo figlio. Alberto Stasi, oggi in carcere dopo tre gradi di giudizio, è ritenuto colpevole dell’omicidio di quella che all’epoca era la sua fidanzata, la giovanissima Chiara Poggi. Da qualche settimana si è tornati a parlare di questa vicenda dopo le notizie relative a una possibile nuova indagine iniziata dopo che la famiglia Stasi ha presentato delle nuove perizie. Nella puntata de La vita in diretta in onda il 4 gennaio 2017, la mamma di Alberto in compagnia dei suoi avvocati, parla di quelle che sono le novità e di come suo figlio sta vivendo le notizie di cronaca. 

“Dovranno giudicare gli inquirenti quello che è successo. Noi abbiamo consegnato tutto il materiale che è stato raccolto. Non è compito nostro trarre delle conclusioni” queste le parole della mamma di Alberto Stasi che commenta, su domanda del giornalista di Rai1, le ultime notizie relative all’amico del fratello di Chiara Poggi, oggi indagato. Andrea, era amico di Marco, fratello minore di Chiara. All’epoca dei fatti fu ascoltato ma non sembrò essere coinvolto con l’omicidio. Venne ascoltato come testimone e raccontò quello che aveva fatto nel giorno in cui Chiara venne ucciso. 

“Ho visto oggi mio figlio, posso dire che è speranzoso e pensa che forse adesso potrebbe arrivare la verità su questa storia” queste le parole della mamma di Alberto Stasi che per la prima volta, dopo le ultime notizie di questi giorni, ha deciso di parlare in tv e lo ha fatto con i giornalisti de La vita in diretta. 

In studio si apre ovviamente il dibattito: si discute sui possibili indizi che potrebbero incastrare il ragazzo oggi indagato e si parla anche di quello che nel primo processo fu il ragionamento fatto dai legali di Stasi. Il cugino di Chiara Poggi, l’ingegner Reale, ospite in studio, sostiene che furono gli stessi legali di Alberto all’epoca a dire che le tracce di dna di cui oggi si parla su tutti i giornali, non si potevano analizzare. I legali di Stasi però hanno un altro punto di vista e confermano che il dna può essere utilizzato oggi e poteva essere utilizzato all’epoca. 

Gli avvocati di Stasi precisano anche che le indiscrezioni in merito ai capelli ritrovati tra le mani di Chiara, non sono invece indiscrezioni fornite dalla difesa. I capelli sono stati analizzati all’epoca e non c’è stato nessun genere di riscontro con altre persone. La mamma di Alberto però vuole chiudere con la sua speranza: “Mio figlio è innocente e io spero che la verità venga fuori. Spero che la famiglia di Chiara sia disposta ad accettare questa verità, io ho letto le carte, so quello che dico e so che mio figlio è innocente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.