Salerno, pacco bomba al collaboratore del sindaco: rischia di perdere entrambe le mani

pacco bomba al collaboratore di un sindaco nel salernitano

È stato recapitato a Montecorvino Rovella, in provincia di Salerno, un pacco bomba a casa di Giampiero Delli Bovi, avvocato e collaboratore del nuovo sindaco Martino D’Onofrio, eletto qualche giorno fa. Il giovane 29enne ha aperto il pacco, che è esploso tra le sue mani. Il legale è stato poi ricoverato all’ospedale Ruggi di Salerno. Dalle ultime notizie sappiamo che non è in pericolo di vita, ma potrebbe perdere entrambe le mani. Delli Bovi non è impegnato nella politica, ma è il presidente del Forum dei Giovani di Montecorvino Rovella e lavora nello studio legale di D’Onofrio.

RECAPITATO PACCO BOMBA AL COLLABORATORE DEL SINDACCO DI MONTECORVINO ROVELLA ULTIME NOTIZIE: L’AVVOCATO RISCHIA DI PERDERE ENTRAMBE LE MANI

I carabinieri ora stanno indagando sul pacco bomba recapitato a Giampiero Delli Bovi a Montecorvino Rovella, in provincia di Salerno. Ancora non si ha idea di quale possa essere il movente. Il primario del reparto di Rianimazione del nosocomio salernitano, Renato Gammaldi, ha rivelato che la vittima è arrivata alle ore 8.59 di questa mattina. Sebbene fosse agitato, è subito apparso cosciente e sveglio. Impossibile non notare le lesioni sugli arti superiori, precisamente sulle mani. Quella sinistra appariva assente e la sulla destra si evidenziavano due metacarpi. Non solo, l’esplosione del pacco bomba ha causato a Delli Bovi varie ferite lacero-contuse al volto, al torace e alle gambe. Secondo il primario “doveva essere un ordigno piuttosto importante, ma nonostante ciò non sono stati rilevati danni a carico degli organi addominali.” Inizialmente si pensava che ci fosse anche una lesione polmonare, per fortuna non è stato rilevato alcun problema nella zona. Intanto, il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha espresso tutta la sua solidarietà al 29enne. Si parla di un attentato feroce, che deve ricevere una risposta ferma da parte delle Forze dell’Ordine, della Magistratura e delle Istituzioni, secondo Napoli.

Nel frattempo, in ospedale si è recato il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, il quale ha scelto di portare la sua solidarietà al legale di Montecorvino Rovella. Si cercherà di dare il massimo dell’assistenza al 29enne, a cui è stato recapitato un pacco bomba, costruito per uccidere. Al momento, le Forze dell’Ordine si stanno dando da fare per avere più informazioni possibili per risolvere il caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.