Foggia, morto 32enne in un agguato: forse non era lui il vero obbiettivo dei killer


foggia, 32enne sparato in un agguato

A Foggia un 32enne è stato ucciso in un agguato. Stando alle ultime notizie, l’uomo si trovava in auto insieme a due amici, i quali sono rimasti illesi. I killer pare si siano avvicinati all’auto e abbiano iniziato a sparare diversi colpi d’arma da fuoco. Proprio così, Luigi Antonio De Rocco è stato ucciso nella serata di ieri, giovedì 28 giugno. Il tutto è accaduto in via Mario Forcella. Sappiamo che la vittima aveva dei precidenti penali per reati contro la persona e per spaccio di sostanze stupefacenti.

FOGGIA MORTO IN UN AGGUATO UN 32ENNE ULTIME NOTIZIE: PROBABILMENTE NON ERA DE ROCCO IL VERO OBBIETTIVO DEI KILLER

A Foggia è stato ucciso un 32enne, mentre si trovava in auto insieme a due amici. Mentre quest’ultimi sono rimasti illesi durante l’agguato, Luigi Antonio De Rocco è morto dopo essere stato sparato con un fucile a canne mozze in via Mario Forcella. Stando alle prime ricostruzioni, pare che il giovane, originario di Casarano, non era il vero obbiettivo dei killer. Infatti, sappiamo che il 32enne si trovava in auto con un noto pregiudicato di Foggia, Bruno Carella, e il figlio. Già a ottobre del 2017, i due avevano subito un agguato fallito. Anche questo attacco era avvenuto in via Mario Forcella.


Secondo una prima ricostruzione, i tre erano a bordo di una Peugeot 807 e alla guida c’era uno dei due Carella. De Rocco, invece, era seduto sui sedili posteriori dell’auto. Il veicolo è stato poi affiancato dai sicari, che avrebbero fatto partire i colpi di fucile, i quali hanno ucciso il 32enne. Attualmente stanno indagando su quanto accaduto i carabinieri, che hanno ascoltato i due Carella. Purtroppo nella zona dove è avvenuto l’agguato non vi sono delle telecamere di sicurezza, attraverso le quali gli inquirenti avrebbero potuto avere ulteriori dettagli per le indagini. A Foggia, questo di Antonio Luigi De Rocco, è il primo omicidio dell’anno 2018. Ebbene, ora bisognerà comprendere a chi erano realmente indirizzati i colpi di arma da fuoco e soprattutto chi sono stati i killer che hanno portato alla morte il 32enne. Quest’ultimo aveva precedenti penali per reati contro la persona e per spaccio di sostanze stupefacenti.


Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close