Incidente filobus Milano: si spegne il sorriso di tata Shirley sbalzata fuori dal mezzo

incidente filobus milano tata shirley

Tata Shirley, vittima a Milano dell’incidente avvenuto tra un filobus e un camion dei rifiuti, non ce l’ha fatta e il suo sorriso si è spento. La donna, 49 anni, lavorava come baby sitter ed era molto apprezzata dalle famiglie presso cui aveva prestato servizio. Si è trovata al posto sbagliato nel momento sbagliato, e la sua vita è stata spezzata a causa dell’errore commesso. Sabato mattina era a bordo del filobus Atm 90-91 per andare da una sua amica. Nessuno avrebbe mai potuto pensare che non ne sarebbe uscita viva. Chi parla di lei racconta di quanto fosse affidabile. Tata Shirley, 49 anni, da quando vive in Italia manteneva se stessa e sua figlia, che ora ha 26 anni, proprio facendo la baby sitter. Un lavoro che richiede non solo professionalità ma anche tanto cuore, e lei riusciva a svolgerlo al meglio entrando nel cuore delle famiglie che aiutava.

La tragica scomparsa di Tata Shirley per il tragico incidente del filobus a Milano

La figlia della donna si trovava nelle Filippine al momento dell’incidente. E’ partita per tornare dai suoi parenti a Milano. Qui vive la sorella di tata Shirley, e con lei la donna passava molto del suo tempo libero. Disperato per la perdita della 49enne è anche il compagno, Christian Ghinaglia, che ha raccontato di come la donna fosse amata. Molte persone sono andate a farle visita in ospedale, per darle l’ultimo saluto.

Qualcuno ha parlato anche con il sindaco di Milano, Beppe Sala, che si è recato in ospedale. Gli è dunque stato riferito di quanto tata Shirley fosse una persona straordinaria, affidabile, davvero una gran lavoratrice. La famiglia presso la quale lavorava prova un grande affetto verso questa donna.

Il tragico incidente e le responsabilità

L’incidente avvenuto poco dopo le 8 di sabato è stato causato da un errore. Ci sono i filmati delle telecamere che parlano chiaro. Lo scontro tra il filobus e il camion dei rifiuti si è verificato all’incrocio tra via Marostica e viale Bezzi. Le immagini rendono evidente che il camion stava impegnando l’incrocio in maniera corretta, essendo il suo semaforo verde. Il filobus, invece di fermarsi, ha continuato la sua corsa andando a scontrarsi con l’altro mezzo. L’impatto è stato molto violento e il filobus è arrivato addirittura nella corsia opposta, che per fortuna era vuota. Una portiera si è staccata e tata Shirley è stata sbalzata fuori dal filobus, cadendo rovinosamente a terra e sbattendo la testa. La 49enne in un primo momento è entrata in coma ma fin da subito i medici hanno fatto sapere che non ce l’avrebbe fatta.

Intanto dall’Atm arrivano le condoglianze alla famiglia della vittima. Provvederanno anche loro ad effettuare un’indagine interna oltre a quella portata avanti dalla magistratura. L’accusa che pende sul conducente è quella di omicidio stradale. Oltre alla morte di tata Shirley, nell’incidente sono rimasti feriti anche gli altri 14 passeggeri che però non versano in gravi condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.