Addio ad Anna: muore a 36 anni per coronavirus, lavorava in una residenza per anziani a Modena


Un altro decesso, un’altra giovane vittima ci lascia in questa guerra contro il nemico invisibile che continua a mietere vittime. Oggi la triste storia arriva da Modena: una giovane rappresentante sindacale aziendale di una casa di riposo è morta. Anna aveva 36 anni ed era stata ricoverata in terapia intensiva il 6 marzo, dopo essere stata colpita dal coronavirus. Era uno dei 10 operatori contagiati della residenza per anziani Villa Margherita di Modena.

Da quando il coronavirus è arrivato in Italia abbiamo imparato a capire che non era come molti ce lo avevano descritto. Abbiamo imparato a capire che miete vittime di tutte le età, che nessuno è immune. Oggi piangiamo in Italia e nel mondo bambini, morti a causa del COVID19; ragazzi ventenni, trentenni. Giovani mamme, giovani papà. Piangiamo vittime di ogni età purtroppo. Oggi l’ultimo addio è per Anna che avrebbe avuto una intera vita davanti ma che non ce l’ha fatta.

ANNA MUORE A 36 ANNI DOPO AVER CONTRATTO IL COVID 19

Ha lottato per oltre un mese, ma alla fine non ce l’ha fatta, fa sapere la Fp-Cgil, la funzione pubblica del sindacato. “Anna è stata una delle principali protagoniste della vertenza sindacale per l’applicazione di un contratto collettivo nazionale che garantisse i diritti per i lavoratori e, principalmente, il trattamento pieno per la malattia. Vertenza che abbiamo sviluppato tra dicembre 2019 e febbraio 2020. Un periodo che oggi ci sembra lontanissimo. Ma una circostanza in cui abbiamo imparato a conoscere meglio una giovane donna piena di passione e abnegazione per il proprio lavoro”.

Grazie Anna per tutto quello che hai fatto per la nostra Categoria –scrive il sindacato in un comunicato– Ti salutiamo e ti abbracciamo“. 

Ci uniamo al dolore della famiglia di Anna. Sentite condoglianze anche da parte della nostra redazione.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close