Coronavirus bollettino 13 aprile 2020: 566 nuovi decessi, attualmente positivi 103.616

Conferenza stampa anche nel giorno di Pasquetta da Roma, con quelli che sono gli ultimi dati relativi all’emergenza coronavirus in Italia. Alle 18 arriva il bollettino della protezione civile da Roma con i “numeri” del contagio e le ultime informazioni del 13 aprile 2020.

Rispetto a ieri, i dati sono meno positivi, del resto lo si era intuito con i dati della Lombardia. Infatti ieri solo nella regione più colpita, c’erano stati il doppio dei decessi rispetto al giorno precedente. I dati di oggi di tutta l’Italia ci dicono che ci sono state nelle ultime 24 ore  566 vittime; il numero complessivo dei morti è salito a 20.465 (ieri erano 19.899 e le vittime in 24 ore erano state 431). I nuovi positivi sono 1363 (l’incremento oggi scende rispetto a quello di ieri quando erano 1.984), per un totale di 103.616 (ieri erano 102.253). Nell’ultimo giorno però, come noterete, sono stati fatti meno tamponi, come succede sempre nel fine settimana. Il numero dei tamponi fatti ieri è di 36.717 tamponi, 10mila in meno rispetto al giorno precedente e 20 mila in meno rispetto a due giorni fa: il totale dei test tocca oggi quota 1.046.910). I casi totali sono ora 159.516 , con un incremento di 3.153 in un giorno (ieri erano 156.363 e l’incremento di 4.092).

I pazienti dimessi sono in totale 35.435, con 1.224 persone guarite nelle ultime 24 ore (ieri erano +1.667). Quelli ricoverati in strutture ospedaliere con sintomi sono 28.023 (-176 da ieri quando erano 27.847. Aumentano a 72.333 le persone in isolamento domiciliare, contro i 71.063 di ieri.

Il professor Rezza ha voluto fare il punto della situazione. “Subito dopo il lockdown la trasmissione continua, pensiamo alle famiglie, ai condomini, la trasmissione del virus si allunga. C’è l’incubazione e i casi continuano. Dobbiamo tenere conto di un fatto, il tempo che trascorre tra il contagio e la scoperta di chi sa di avere il contagio. Sono nuovi casi, non nuovi contagi perchè i contagi ci sono stati prima. E in termini di letalità ancora di più. Quindi momento del contagio, momento della comparsa dei sintomi, diagnosi, ospedalizzazione. Quello che si vede oggi è qualcosa che è attribuibile a giorni precedenti, altrimenti non riusciamo a capire” ha detto Rezza. “Il che vuol dire che i modelli matematici ci dicono che ci sono dei segnali positivi come ad esempio la minore pressione sulle terapia intensiva, siamo ancora in fase 1 su questo non c’è dubbio, i segnali positivi ci sono, dobbiamo vedere come si consolideranno questi dati, sperando anche anche i decessi inizino a diminuire” ha detto il professor Rezza.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: I NUMERI DALLA LOMBARDIA

Gallera spiega che si sta facendo di tutto per mettere in contatto le persone che sono ricoverate con i parenti all’esterno, o magari in altri reparti sempre in ospedale ( o in ospedali diversi). Viene mostrato un video di due coniugi che vengono portati nella stessa stanza in ospedale per poter chiamare i parenti con un tablet.

Oggi i dati non sono così soddisfacenti” ha detto Gallera. Ieri sono stati processati solo 5000 tamponi circa. I nuovi contagiati sono 1262. Ieri 280 nuovi decessi in Lombardia. In totale in regione sono morte 10.901 persone.

Il riepilogo dei numeri: nelle ultime 24 ore ci sono stati 1.262 nuovi positivi (ieri erano 1.460), per un totale di 60.314. I dati arrivano a fronte di 211.092 tamponi eseguiti (+5.260 rispetto a ieri). Il bilancio dei decessi raggiunge quota 10.901: oggi si sono registrati +280 casi (ieri erano 110). Il dato dei pazienti in terapia intensiva ora è di 1.143 (-33), i ricoverati sono 12.028 (+59).

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: IL BOLLETTINO DEL 13 APRILE 2020

Vediamo i dati regione per regione

Ricapitolando in modo schematico

• Casi attuali: 103.616 (+1.363, +1,3%)

• Deceduti: 20.465 (+566, +2,8%)

• Dimessi/Guariti: 35.435 (+1.224, +3,6%)

• Ricoverati in Terapia Intensiva: 3.260 (-83, -2,5%)

Totale casi: 159.516 (+3.153, +2%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.