A Bologna la sposa risulta positiva dopo il matrimonio: 31 invitati in quarantena


Il matrimonio in fase 2 è possibile? Si con mascherine e precauzioni del caso che però non mettono nessuno al riparo. I tamponi non vengono ancora fatti in via precauzionale per cui è possibile aspettarsi di tutto. Ne sanno qualcosa gli invitati che hanno partecipato a un matrimonio pochi giorni fa. La sposa è risultata positiva al covid19 e per i pochi invitati, una trentina di persone circa, è scattata la quarantena fiduciaria. Il matrimonio si è svolto a Bologna ma la sposa, di origini venete, aveva tra gli invitati alcuni familiari che l’hanno raggiunta proprio dal Veneto. Ed è per questo motivo che le Ausl di Bologna e del Veneto hanno preso subito provvedimenti contattando gli invitati.

E’ vero che in questi matrimoni celebrati in fase 2 si continua a chiedere prudenza e distanziamento, ma visto che è la sposa a esser risultata positiva, la paura che qualcun’altro lo sia, cresce. In primis suo marito, e magari poi anche i suoi genitori, che di certo le sono stati più vicino nel giorno della promessa d’amore eterno.

MATRIMONIO IN FASE 2 SPOSA POSITIVA AL CORONAVIRS: INVITATI IN QUARANTENA

Sono circa 11 le persone arrivate dal Veneto per le nozze, 11 invitati che sono stati messi in quarantena e un’altra ventina invece a Bologna. A comunicare la notizia, è stato ieri mattina il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, nel quotidiano bollettino dei contagi. Al momento, secondo le ultime notizie date dalle due regioni, nessun invitato presenta sintomi per cui non è stato fatto il tampone ma per 14 giorni devono restare in isolamento.

Diverso invece il destino della sposa che dopo le nozze non si è sentita bene e ha chiesto l’intervento del 118; al secondo tampone è risultata positiva. Non è chiaramente escluso che sia stata a sua volta contagiata. Ma fino a quanto i tamponi non si faranno neppure in queste circostanze, sarà difficile capire molte cose.

Non è un caso se molte coppie hanno deciso di rinviare il matrimonio al prossimo anno. In primis per non mettere a rischio proprio la sicurezza degli invitati. Purtroppo non si può avere la certezza del fatto che tutti gli invitati, sposi compresi, non siano degli asintomatici. E le conseguenze, nonostante il distanziamento, le mascherine, le attenzioni, possono essere inevitabili.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close