Verbania: madre uccide il figlio di 49 anni accoltellandolo

Le ultime notizie arrivano da Pallanzeno, nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola, in Piemonte, e ci raccontando di un nuovo dramma familiare. Stando a quanto si apprende un uomo è stato ucciso dalla madre a coltellate in casa. Le forze dell’ordine stanno cercando di mettere insieme i tasselli per capire cosa sia successo. Pare che i fatti siano accaduti questa notte. La donna ha ucciso suo figlio,  Elvis Motetta che aveva 49 anni. A dare l’allarme molto tempo dopo sarebbe stato un amico di famiglia che è entrato in casa e ha scoperto la tragedia allertando poi le forze dell’ordine. All’arrivo della polizia sul posto, nella mattinata di oggi, per l’uomo ormai non c’era più nulla da fare: era già cadavere e per lui è stato possibile solo accertare il decesso. La madre era in casa vicina al cadavere del figlio ma pare che non abbia in nessun modo chiesto aiuto alle forze dell’ordine.

Al momento non è ancora chiaro cosa sia successo nella casa, prima che la donna uccidesse suo figlio.

VERBANIA ULTIME NOTIZIE: MADRE UCCIDE IL FIGLIO DI 49 ANNI

Secondo quanto riferiscono i media piemontesi, le forze dell’ordine, una volta entrate in casa, avrebbero trovato Vittoria Gualdi, presunta assassina, sotto shock . La 67enne, è stata poi condotta in Questura a Verbania per essere interrogata. Sul luogo della tragedia sono accorsi anche gli esperti della Polizia Scientifica e il medico legale per tutti i rilievi del caso e un primo esame esterno del corpo che aiuteranno ad accertare l’esatta dinamica dell’accaduto.

Saranno le perizie fatte in casa a chiarire molti punti, in attesa poi di una possibile confessione che potrebbe arrivare nelle prossime ore. Al momento la prima ricostruzione racconta di una forte litigata che ci sarebbe stata prima della morte dell’uomo. La madre lo avrebbe quindi ucciso al termine di una lite, accoltellandolo. I due pare fossero rimasti da soli da pochi giorni dopo l’improvvisa morte del marito della donna e padre dell’uomo, stroncato da un infarto.

La morte del marito della donna potrebbe averla destabilizzata così tanto da arrivare a compiere un gesto che, in ogni caso, non si può giustificare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.