Fermato un amico di Sabrina Beccalli per il suo omicidio, l’appello della sorella: “ci dica dov’è”


Sembra essersi avvalso della facoltà di non rispondere l’uomo fermato poche ore fa dalle forze dell’ordine nell’ambito dell’indagine per la scomparsa di Sabrina Beccalli, che si è trasformata a quanto pare, una indagine per omicidio e occultamento di cadavere. L’uomo è stato rintracciato dopo che sono stati visionati i filmati che mostravano l’auto della donna prima che venisse bruciata. L’amico di Sabrina era al volante della macchina ma la donna non era in sua compagnia. Si pensa che l’uomo le abbia fatto del male in precedenza, per poi mettersi a bordo della macchina e bruciarla, nel posto in cui è stata ritrovata. Non aveva a quanto pare, pensato al fatto che le telecamere del paese, lo avrebbero ripreso mentre era a bordo della macchina.

ARRESTATO UN AMICO DI SABRINA BECCALLI PER IL SUO OMICIDIO: LE ULTIME NOTIZIE

I familiari di Sabrina hanno sin da subito pensato che le fosse successo qualcosa, la conoscevano troppo bene e sapevano che mai si sarebbe allontanata da suo figlio. Per questo hanno temuto immediatamente il peggio. La sorella di Sabrina, dopo aver appreso dell’arresto dell’uomo ha voluto lanciare un appello: “Lo perdono, sono pronta anche a perdonarlo. Ma dica subito dove è Sabrina. Ci faccia trovare il corpo di mia sorella. Non posso non sapere dove è adesso mia sorella. Non so chi sia quell’uomo e non mi importa voglio solo che dica dove si trova Sabrina”.

Sentito ieri dagli inquirenti alla presenza del suo avvocato, si è avvalso della facolta’ di non rispondere. Nessuna confessione quindi ma, riferisce una fonte investigativa, il fermo è “il prodotto di una serie di attività investigative” del Nucleo investigativo del Comando provinciale Carabinieri di Cremona e del N.O.R.M.- Aliquota operativa della Compagnia Carabinieri di Crema e della stessa procura che ha disposto il sequestro dell’abitazione della 39enne.

Le indagini vanno avanti e si cercherà di capire, anche senza la confessione dell’uomo, visionando altri filmati e analizzando le celle telefoniche e i tabulati, dove si siano incontrati prima che la donna venisse uccisa. Per l’amico di Sabrina le accuse sono di omicidio e occultamento di cadavere.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close