Confessa l’assassino di Luana Rainone: uccisa perchè voleva una relazione

Saranno lunghe le indagini che porteranno le forze dell’ordine a capire cosa è davvero successo il giorno in cui Luana Rainone è stata uccisa. La donna non potrà difendersi, il suo corpo ritrovato in un pozzo potrebbe raccontare qualcosa. Al momento l’unica persona a parlare è stato il suo assassino, Nicola del Sorbo. Avrebbe ucciso Luana perchè era diventata ingestibile: voleva una relazione stabile mentre lui non era d’accordo. Luana, madre di una bambina, scomparsa il 23 luglio del 2020, era uscita di casa dicendo a suo marito di dover fare delle commissioni. Spetterà adesso agli investigatori, anche grazie all’analisi di cellulari e non solo, capire se davvero tra Luana e il suo assassino ci fosse una relazione. E’ stato l’uomo a condurre le forze dell’ordine nei pressi del pozzo, nel terreno di sua proprietà, dove ha gettato Luana. L’ha colpita con un coltello. “Mi aveva lanciato il cellulare contro” dice l’uomo che di fronte a questo gesto, avrebbe impugnato un coltello uccidendola.

LUANA RAINONE UCCISA IL SUO ASSASSINO CONFESSA

Avvolto in un telo e poi infilato in una sacco di plastica nero, era stato gettato in fondo a un pozzo nelle campagne tra Poggiomarino e San Valentino Torio, due comuni in provincia, rispettivamente, di Napoli e di Salerno.

Luana Rainone viveva a San Valentino Torio, era uscita di casa il 23 luglio dicendo di dover fare delle commissioni; poche ore dopo il suo cellulare era già irraggiungibile. Era stato il marito a denunciare la sua scomparsa.

Nicola Del Sorbo, un trentaquattrenne di Poggiomarino secondo quanto riferisce il Corriere della sera, avrebbe alle spalle una condanna per estorsione e violenza nei confronti degli ex suoceri. L’uomo ha sette figli, nati da due diverse relazioni. A lui gli investigatori sarebbero arrivati ascoltando testimonianze di amici che conoscevano sia lui che Luana.

Giovedì sera, poi, lo hanno fermato e condotto in caserma, e lì dopo ore di interrogatorio, l’uomo alla fine avrebbe confessato di aver ucciso Luana usando un coltello da cucina. Il Del Sorbo ha anche raccontato che prima di litigare avevano consumato droga.

L’uomo è stato accusato di omicidio volontario e occultamento di cadavere ed è stato trasferito al carcere di Fuorni (Salerno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.