Ad Avezzano un medico cerca di uccidere sua moglie, poi si toglie la vita gettandosi dal quinto piano

E’ una storia che non avremmo mai voluto raccontare quella che arriva da Avezzano ( L’Aquila). E’ la storia di un uomo di 70 anni, un medico, che ha cercato di uccidere sua moglie al termine di una lite. Poi si è tolto la vita gettandosi dal quinto piano del palazzo in cui abitava. Vittorio Emi, ha accoltellato la moglie, Paola Lombardo, probabilmente al culmine di una lite. Spetterà alle forze dell’ordine ricostruire poi la dinamica dei fatti, fondamentale potrebbe essere anche la testimonianza della moglie, che si spera possa riprendersi dopo le cure anche se le sue condizioni sono gravi.

La donna, di 63 anni, commerciante del paese e candidata alle elezioni comunali, è stata operata ed ora è in gravi condizioni nel reparto di rianimazione del nosocomio marsicano. L’uomo è morto dopo il ricovero in ospedale.

MEDICO SETTANTENNE CERCA DI UCCIDERE SUA MOGLIE DOPO UNA LITE

La tragedia ha sconvolto l’intera comunità, dove il medico e sua moglie sono molto conosciuti. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e il 118 che ha soccorso i due coniugi. Secondo una prima ricostruzione i coniugi erano in casa quando l’uomo ha aggredito la moglie ferendola gravemente con almeno tre coltellate prima di lanciarsi nel vuoto.

Le condizioni di Paola, il cui volto sorridente campeggia sui volantini elettorali della città, essendo una delle candidate alle comunali, sono molto gravi e i medici stanno cercando di fare il possibile per salvarle la vita. Dalle prime testimonianze raccolte dalle forze dell’ordine, pare che nessuno si aspettasse che i due potessero arrivare a un litigio del genere. Non c’erano stati prima, almeno secondo le informazioni raccolte oggi, segnali che lasciassero pensare a un clima teso tra marito e moglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.