A Storie Italiane un testimone del duplice omicidio a Lecce: è caccia al killer di nome Andrea

Nella puntata di Storie Italiane in onda il 23 settembre 2020 si va a Lecce per indagare in merito a un giallo che sta sconvolgendo la cittadina salentina. Nella serata del 21 settembre 2020 infatti, Daniele de Santis e la sua compagna Eleonora sono stati uccisi all’interno del palazzo nel quale vivevano. Un duplice omicidio feroce. E un killer che è ancora in libertà. A parlare alle telecamere del programma di Rai 1 è un testimone, un vicino di casa di Andrea che racconta quello che è successo la sera del duplice omicidio.

L‘assassino è in fuga ma potrebbe avere le ore contate grazie proprio a delle rivelazioni fatte dai vicini di casa delle due vittime. Diversi testimoni spiegano di aver sentito urlare Eleonora. La ragazza prima di morire avrebbe fatto un nome. L’assassino potrebbe essere un uomo che si chiama Andrea? Per le forze dell’ordine questa persona che è entrata nel palazzo conosceva le vittime che avrebbero aperto il cancello esterno per permettere a questa persona di entrare nel giardino del palazzo.

Ma sono tante le cose che si cercano di comprendere: dal movente all’arma del delitto…Che cosa è successo davvero in quella casa e chi è l’assassino? Eleonora e Daniele stavano insieme da 4 anni ma a quanto pare, per la prima volta passavano un fine settimana insieme nella casa che prima, era affittata ad altri da Daniele.

LA TESTIMONIANZA DI UN VICINO DI CASA A STORIE ITALIANE

Si sta ancora cercando di capire se il killer fosse arrivato in casa con in volto coperto per non farsi vedere dalle telecamere della zona e sembra che il duplice omicidio, sia stato premeditato. Ma le indagini vanno avanti, c’è tanto da scoprire.

Fondamentale però potrebbe essere appunto il racconto dei vicini di casa che parlano di un uomo di nome Andrea. Un testimone, un ragazzo che conosceva bene Daniele, a Storie Italiane racconta: “In un primo momento pensavamo venisse tutto da fuori. Poi ho abbassato il volume della tv e ho capito che venivano dal palazzo. Poi qualche minuto di silenzio e poi abbiamo di nuovo sentito Eleonora chiedere aiuto. Avevamo anche sentito Daniele dire basta, aiutateci.

La conduttrice chiede quindi se si siano affacciati. “Non sono il solo ad aver sentito il nome” dice questo testimone che però non si è affacciato. “Il nostro appartamento è dell’altra parte per questo noi non siamo usciti. Il tempo di chiamare le autorità ed è arrivata in due minuti l’ambulanza, noi non potevamo fare niente. Nessuno avrebbe mai immaginato quello che è successo” ha detto uno dei vicini di casa di Daniele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.