I genitori di Marco Vannini a Domenica IN: un eventuale risarcimento sarà devoluto in beneficenza

Mamma Marina e papà Valerio ospiti oggi di Mara Venier nella puntata di Domenica In del 4 ottobre 2020 hanno voluto ancora una volta ringraziare tutti gli italiani per l’affetto dimostrato in questi 5 anni. Anni durante i quali hanno lottato per ottenere verità e giustizia per il loro adorato figlio. E forse un primo passo in questo senso è stato fatto. “Marco è diventato il figlio di tutti, noi abbiamo dovuto lottare per arrivare a quanto visto il 30 settembre. Noi fin dall’inizio parlavamo di omicidio e non incidente domestico“ hanno detto i genitori del giovane ucciso nella casa di Ladispoli della famiglia Ciontoli dove si trovava per una cena con la sua fidanzata.

Un collegamento non semplice anche perchè i genitori di Marco erano in diretta via Skype. I genitori di Marco hanno comunque spiegato, come detto in questi giorni anche in altre interviste, quello che per loro era fondamentale. Il non dover combattere perchè tutto questo fosse etichettato come un incidente. E’ stato un omicidio e lo ribadiscono con forza, soddisfatti della decisione della corte d’Appello di Roma: “Il riconoscimento dell’omicidio per noi è stato un momento storico, non ci interessano gli anni quanto questo”.

Marina e Valerio ricordano di non aver mai mollato, di aver fatto tutto sempre nel bene di Marco.

MAMMA MARINA: DEVOLVEREMO, SE UN RISARCIMENTO CI SARA’, TUTTO IN BENEFICENZA

Mamma Marina ricorda la lettera che Antonio Ciontoli ha letto, sottolineando ancora una volta , che non fosse farina del suo sacco ma un invito dei sui legali a farlo. E poi ribadisce che i Ciontoli sin dall’inizio di questa storia si sono preoccupati dei soldi, cosa che invece loro non hanno fatto. “Fino a ora non abbiamo visto neppure un euro ma qualora ricevessimo un risarcimento, devolveremo tutto in beneficenza ad associazioni per ragazzi, nel nome di Marco” ha detto Marina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.