In arrivo nuove misure restrittive per evitare il lockdown: gli scenari

nuove misure restrittive per evitare il lockdown

Sono in arrivo nuove misure restrittive per evitare il lockdown: gli scenari che si aprono non sono dei più rosei ma, stando a quanto affermato dal Governo, le nuove regole (più ferree) sono il solo modo per evitare che si torni a una situazione delicata come quella che abbiamo già affrontato a partire dallo scorso mese di marzo.

In arrivo nuove misure restrittive per evitare il lockdown: gli scenari

Ed ecco allora che di fronte all’inesorabile aumento dei contagi, potrebbero arrivare misure molto più stringenti. Si parlerebbe addirittura di coprifuoco, un modo per tutelarsi da scenari ben più seri che potrebbero significare un nuovo lockdown. Ma intervenendo a Rainews24, la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ha per il momento gettato acqua sul fuoco: “In questo momento a me non risulta, ma non significa che non possa essere uno dei punti della discussione tra Ministro, presidente del Consiglio e ministro degli Interni. Certamente per molte persone l’allarme va dato perché così ne derivano comportamenti virtuosi“. Secondo le prime indiscrezioni, qualora il Governo intendesse intervenire in modo pesante sulle nuove misure anti contagio, ci sarebbe il coprifuoco a partire dalle 22 (da capire se questo orario riguarderebbe o meno tutti i locali indistintamente).

In arrivo nuove misure restrittive per evitare il lockdown: polemica sulla scuola

Dopo la decisione del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, di chiudere le scuole fino alla fine di ottobre, infuria la polemica. Il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, si sta battendo affinché nelle scuole possa essere garantita una certa normalità per quanto riguarda lo svolgimento delle lezioni in compresenza, ma lo spauracchio della didattica a distanza, tanto temuta soprattutto dai genitori, è sempre lì pronto a fare capolino.

E sembra infatti che i nuovi scenari che ci attendono, qualora il numero dei contagi da Coronavirus continuasse ad aumentare vertiginosamente così come sta accadendo in questi ultimi giorni, potrebbero contemplare anche il ritorno alla classica DAD almeno per quanto riguarda gli istituti superiori. Si cerca insomma di fare in modo che i bambini delle elementari e delle medie possano continuare a fare lezione in aula per salvaguardare l’aspetto legato alle relazioni sociali.

Saranno giorni particolarmente delicati, dunque, che ci faranno capire cosa dovremo aspettarci. L’Italia è in allarme così come gran parte del mondo e sembra che nuovi restringimenti siano certi per cercare di evitare un secondo lockdown che metterebbe l’Italia in ginocchio più di quanto già non lo sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.