A Mattino 5 parla l’amico di Alberto Genovese: “Nessuno obbligava le ragazze a drogarsi”

Nella puntata di Mattino 5 in onda oggi 16 novembre 2020 è andata in onda una intervista esclusiva a Daniele, il dj amico di Alberto Genovese, l’imprenditore arrestato con accuse pesantissime tra le quali anche lo stupro. In questi giorni sulle feste che si tenevano nell’appartamento vista Duomo di Genovese, a Milano, si è detto di tutto. L’ormai tristemente nota Terrazza sentimento, è conosciuta da tutti ma mentre fino a qualche settimana fa, pare si facesse la fila per entrare, in questi giorni vip molto famosi e meno popolari, si sono subito dissociati dal conoscere Genovese o dalla frequentazione delle sue feste. Nelle carte di questa indagine è finito anche il nome di un amico di Genovese che pare sia stato nominato spesso dalle ragazze che arrivavano alle feste di Alberto. Per la prima volta da quando lo scandalo è esploso, il dj parla in tv e lo fa appunto in questa intervista esclusiva di Mattino 5, spiegando che genere di amicizia c’era tra di loro ma anche i motivi per i quali non si trova in Italia ma è volato qualche giorno fa a Bali. Federica Panicucci introducendo l’intervista spiega che comunque questa persona a metà dicembre farà rientro in Italia, dopo un viaggio che era stato già organizzato.

CASO LAVERO GENOVESE E FESTE DI QUALITA’: PARLA IL DJ A MATTINO 5

Il dj intervistato dalla giornalista di Mattino 5, Sara Tufariello, racconta che questa amicizia nasce sei anni fa ma che si intensifica molto nell’ultimo anno. E’ vero che partecipava a queste feste ma è anche vero che non ha mai pensato che in quella casa si consumassero violenze. “Ho avuto la sensazione che molte volte potesse andare oltre ma mai nella violenza, ho cercato di consigliarlo più volte, gli ho detto di non esagerare soprattutto per quanto riguarda le droghe” ha detto Daniele. “Forse quando era sotto l’effetto di droghe non si controllava” ha continuato.

In merito alle feste di Ibiza il dj ricorda che in quella casa, durante le vacanze c’erano anche i familiari di Alberto. Poi sono arrivate altre ragazze a rotazione, invitate da Genovese. “Nessuno drogava nessuno, le persone si drogano in modo autonomo. Le persone che frequentano questo ambiente lo fanno perchè sanno che la droga è gratis. In merito alla ragazza, io l’ho ascoltata e le ho detto che lei è entrata con le sue gambe in una camera, se non si ricorda è perchè ci sono stati degli eccessi insieme; io non sono lì dentro con te…” ha commentato il dj.

Le feste erano molto belle e la gente sapeva che le feste erano feste di qualità a me spiace , in questa casa non ci sono solo terribili violenze. Nessuno droga nessuno. Le persone cercano della droga da assumere è un punto molto importante per tutte le feste. Io non posso sapere cosa succedeva in quella stanza. Io so che negli spazi comuni di queste feste, dove io sono presente, nessuno obbliga nessuno a drogarsi ” ha continuato Daniele.

In studio intanto si ricorda che quelle che vengono definite feste di qualità da parte dell’amico di Genovese, erano feste dove circolavano stupefacenti di ogni genere, inclusa la cocaina rosa, che non si trova spesso in circolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.