Dal 31 gennaio nessuna regione in zona rossa: anche Lombardia e Lazio in gialla

AGGIORNAMENTO- LA NUOVA ORDINANZA ENTRA IN VIGORE DAL PRIMO FEBBRAIO 2021

“Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in serata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 1 febbraio. In area arancione le Regioni Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano. Tutte le altre Regioni e Province Autonome in area gialla“. È quanto si apprende da fonti del Ministero della Salute. Sono le 21,30 e l’ordinanza al momento non è stata firmata.

Come cambia la mappa della nostra Italia a colori da domenica 31 gennaio 2021? L’ordinanza arriva nel tardo pomeriggio del 29 gennaio e ci rivela come cambia questa mappa dell’Italia e in che aree le regioni passano dal 31 gennaio 2021, domenica. La buona notizia: nessuna regione in zona rossa, la maggior parte delle regioni passano in zona gialla. Da sottolineare in questo senso anche il passaggio in zona gialla di Lombardia e Lazio con tutte le riaperture del caso da lunedì.

Solo quattro Regioni e una Provincia restano in arancione: Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e provincia di Bolzano. Tutte le altre sono gialle. La situazione nelle ultime settimane in Italia sembra essere migliorata, ma negli ultimi giorni i contagi sono tornati a essere costanti, oltre i 15 mila giornalieri. Continua a scendere l’Rt nazionale. Il fattore che calcola la velocità di replicazione dell’infezione rilevato oggi dalla Cabina di regia dell’Istituto superiore di sanità, ministero alla Salute e Regioni è a 0,84.

Non diminuisce invece il numero dei decessi, che purtroppo fa registrare una media giornaliera più alta di 400 persone morte a causa del covid 19.

Vediamo i dettagli per quello che riguarda i colori delle regioni.

I colori delle regioni dal primo febbraio 2021: ecco come cambia la mappa dell’Italia

Iniziamo dalle regioni in zona arancione: quattro Regioni e una Provincia restano in arancione, sono Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e provincia di Bolzano. Tutte le altre sono gialle. Ricordiamo che prima di questa ordinanza, le regioni che che si trovavano in quella condizione da alcune settimane, erano Campania, Toscana, Molise, Basilicata e Provincia di Trento e tutte le altre che invece scendono a quel livello questa settimana: Lazio, Piemonte, Val d’Aosta, Marche, Friuli, Abruzzo, Lombardia, Veneto, Emilia, Calabria e Liguria.

Questo l’indice Rt nelle varie regioni

Abruzzo: 0,81 Basilicata : 0,91 Calabria: 0,82 Campania: 0,97 Emilia Romagna: 0,77 Friuli Venezia Giulia: 0,68 Lazio: 0,73 Liguria: 0,87 Lombardia: 0,84 Marche: 0,88 Molise: 1,51 Piemonte: 0,82 Alto Adige: 0,80 Trentino: 0,56 Puglia: 0,90 Sardegna: 0,81 Sicilia: 0,98 Toscana: 0,95 Umbria: 0,96 Valle d’Aosta: 0,82 Veneto: 0,61

Le ordinanze andranno in vigore a partire da domenica 31 gennaio a mezzanotte e quindi da lunedì 1 febbraio 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.