Variante Delta in Lombardia ultime news: 81 contagi

Variante delta in Lombardia ultime news: 81 contagi

Preoccupa la variante Delta in Lombardia dove sono 81 i casi di contagio attualmente registrati. Proprio adesso che la regione si sta preparando a passare in zona bianca, quella cioè con le minori restrizioni e l’assenza del coprifuoco. Insomma la situazione è decisamente sotto controllo per il momento ma, visto quanto sta accadendo anche in Inghilterra, con la variante indiana che ha portato a nuove chiusure, il pensiero di un ritorno del virus c’è eccome.

Di buono c’è che la campagna vaccinale, in Lombardia così come nel resto di Italia, sta procedendo: 7.3 milioni di persone hanno già ricevuto almeno la prima dose di vaccino, 5.1 hanno completato l’intero ciclo di immunizzazione. Numeri importanti, dunque, che dovrebbero mettere al sicuro una regione intera e l’intera nazione. Ma scopriamo le ultime news sulla variante indiana in Lombardia e sul focolaio dal quale tutto sarebbe partito, una palestra.

Variante delta in Lombardia ultime news: 81 contagi

Secondo i dati riportati da Il Corriere della Sera, è salito a 81 il numero dei contagiati nelle ultime ore. Il focolaio, lo ricordiamo, è scoppiato nella prestigiosa palestra Virgin di Milano che aveva riaperto dopo mesi i battenti, lo scorso 24 maggio. Tra i risultati positivi al tampone una persona è ricoverata. Si attende però di sapere se l’intero focolaio è stato generato dalla variante indiana oppure no, quindi per correre a conclusioni è ancora troppo presto. Si attende insomma che i laboratori sequenzino i campioni delle 12 persone risultate positive nel focolaio della palestra per capirne qualche cosa di più rispetto all’incidenza della variante indiana.

I numeri dei vaccinati in Lombardia

Detto dei 7.3 milioni di persone che hanno già ricevuto almeno la prima dose di vaccino, c’è da aggiungere che 18.175 sono comunque risultate positive al tampone anti Covid. Il livello di contagiati è comunque in netta diminuzione e questo ha portato il Cts, che ogni settimana elabora i dati relativi ai nuovi contagi di regione in regione, a sentenziare che il numero attuale delle persone affette da Covid è basso, così come il numero dei ricoverati in terapia intensiva, e la regione può essere promossa in zona bianca dove non esiste coprifuoco e i locali non hanno orari vincolanti per lavorare, né a pranzo né a cena.

Resta in zona bianca l’obbligo di indossare la mascherina così come quello di mantenere il distanziamento tra persone e igienizzare spesso le mani. Regole di base che dovremo rispettare ancora per un bel po’ di tempo, a quanto pare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.