Problemi con il Green pass: perchè non si riesce a scaricarlo

Green pass tra problemi e anomalie comuni: cosa sapere

Il green pass è ormai l’argomento più gettonato degli ultimi giorni soprattutto alla luce delle nuove disposizioni del Governo. Questo documento sarà necessario per accedere per esempio a luoghi chiusi (bar e ristoranti) oppure per poter prendere parte a eventi che richiamino un gran numero di persone (partite allo stadio, concerti, cerimonie e banchetti) e ancora per viaggiare.

Ma cosa sapere su quelle che sono le anomalie più comuni riscontrate in questi primi giorni di green pass? Molti italiani segnalano di non riuscire a scaricare il green pass seguendo le istruzioni del messaggio ricevuto. Facciamo il punto della situazione in modo da farsi trovare preparati in caso di anomali e errori quando si è alle prese con il green pass.

Green pass tra problemi e anomalie comuni: cosa sapere

In questi primi giorni sono molte le persone che stanno riscontrando problemi al momento del rilascio del cosiddetto certificato verde che, lo ricordiamo, attesta la vaccinazione anti-Covid o la guarigione dalla malattia o la negatività a un tampone eseguito 48 ore prima di artecipare a un evento o viaggiare. L’errore più frequente si è individuato nel caso di persone che hanno ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca e alla seconda hanno fatto un vaccino a mRna (Pfizer o Moderna). Invece di ottenere la certificazione completa, che attesta anche la fine del ciclo vaccinale, sono molte le persone che hanno ottenuto due certificazioni distinte: una relativa al primo vaccino e una relativa al secondo. In questo modo, pur essendosi sottoposti al richiamo, molti risultano non aver concluso il ciclo vaccinale anche se in realtà non è così.

Ci sono poi problemi per chi vorrebbe viaggiare all’estero dove è necessario avere la doppia dose di vaccino per essere considerati “immuni”. Le persone sottoposte a vaccinazione eterologa non risultano immunizzati con doppia dose e dunque per loro è un problema lo spostamento verso l’estero. E coloro che, guariti dal Covid, hanno fatto il vaccino in un’unica dose, hanno scaricato il green pass con una dicitura sbagliata: “certificazione valida fino alla prossima dose“. Prossima dose che appunto non ci sarà.

Problemi con il green pass anche per coloro che hanno fatto il richiamo del vaccino in una regione diversa dal luogo in cui vivono, magari perché fuori per motivi di lavoro o perché in vacanza. In molti, tra queste persone, sostengono di non aver avuto ancora la disponibilità a scaricare il certificato verde. C’è poi chi ha riscontrato problemi con il QR code perché illegibile. E c’è anche chi non ha mai ricevuto il messaggio sms che notifica la disponibilità a scaricare il green pass. Infine si segnalano molte difficoltà a trovare la linea libera facendo il numero verde (800 91 24 91, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20) per capire cosa fare nel caso di anomalie e errori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.