Esenzione green pass: i soggetti che possono non usarlo

Esenzione green pass: i soggetti che possono non usarlo

Si sta tanto parlando di green pass in questi ultimi giorni, anche alla luce del nuovo decreto che definirà le situazioni in cui sarà obbligatorio, a partire dal 6 agosto, esibire questo documento.

Ma a fronte di persone che non potranno accedere ad alcuni luoghi se sprovvisti di green pass, ce ne saranno anche altre che saranno esenti, per motivi specifici che vi andremo adesso a elencare. Insomma non tutti avranno l’obbligo di esibire il green pass. Il certificato verde potrà non essere considerato necessario per alcuni specifici soggetti.

Esenzione green pass: i soggetti che possono non usarlo

Nello specifico, l’esenzione per il green pass dovrebbe riguardare i soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale e quelli esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del ministero della Salute. A spiegarlo è il direttore della prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, che anticipando le nuove decisioni su chi potrà essere esentato dall’obbligo del green pass ha affermato: “Si stanno studiando le esenzioni al green pass: ad esempio chi non può completare il ciclo vaccinale perché magari ha avuto una reazione allergica grave alla prima dose del vaccino, e ci sono anche altri casi che stiamo studiando. Ci sarà una circolare in tempi brevissimi per arrivare pronti al 6 agosto“.

Come sappiamo il 6 agosto 2021 è la data in cui diventerà obbligatorio il green pass per avere accesso ai locali al chiuso come bar e ristoranti, per esempio, ma anche per tutti quegli eventi che potrebbero richiamare una grande platea di pubblico. Pensiamo per esempio a concerti o partite allo stadio. Dal 6 agosto in poi, però, alcune persone potrebbero comunque spostarsi o avere accesso ad alcuni luoghi senza dover esibire il certificato verde.

Insomma ci sarà da aspettare ancora qualche giorno e poi capiremo meglio come potersi muovere da quando l’esibizione del green pass diventerà obbligatoria. Ricordiamo che questo documento sarà rilasciato dopo quindici giorni dalla prima dose dal vaccino, in caso di tampone negativo a 48 ore da uno specifico evento, oppure per coloro che sono stati affetti dal Covid ma si sono negativizzati (in questo caso il limite temporale che viene preso in considerazione è di sei mesi). Nei giorni scorsi si era parlato di green pass su due livelli, con il Governo che sembrava intenzionato a rilasciare il certificato solo dopo aver completato la vaccinazione anti Covid. Ma per il momento tutto sembra essere fermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.