Multe per chi è senza green pass: quanto è l’importo

Multe per chi è senza green pass: quanto è l'importo

Chi sarà sorpreso a eventi in cui è obbligatorio il green pass senza esserne in possesso sarà multato. E le sanzioni andranno da 400 a 1.000 euro. Insomma non si scherza sul certificato verde che, dal prossimo 6 agosto, diventerà obbligatorio per accedere a locali al chiuso, come bar e ristoranti, per salire su alcuni mezzi di trasporto e per accedere a eventi che prevedono un folto numero di persone (cerimonie, concerti, partite allo stadio).

E’ lotta dunque ai furbetti con sanzioni decisamente pesanti mirate a scoraggiare coloro che vorrebbero aggirare l’obbligo di esibire il green pass. Ecco tutte le ultime novità sulle multe per chi è senza green pass.

Multe per chi è senza green pass: quanto è l’importo

A rischiare la multa non sarà solo colui che accederà a un luogo o evento senza il green pass ma anche il gestore del locale o i responsabili in caso di concerti e eventi simili. Insomma la multa sarà per tutti, in modo da provare a responsabilizzare quante più persone possibili sull’importanza dell’utilizzo del green pass per monitorare i dati della pandemia in questa seconda estate condizionata dal Covid.

Il decreto legge che entrerà in vigore per fissare sanzioni per chi non in possesso del green pass prevede che “i titolari o i gestori dei servizi e delle attività sono tenuti a verificare che l’accesso ai predetti servizi avvenga nel rispetto delle prescrizioni“. Qualora questo non accadesse, ecco che in caso di controlli la presenza di una o più persone senza certificato verde comporterebbe in automatico la multa anche per i gestori, colpevoli di aver chiuso un occhio. Non solo: perché se per tre giorni diversi, in un determinato locale saranno individuate persone senza green pass, il locale stesso rischia di essere chiuso da 1 a 10 giorni.

Multe per chi è senza green pass: come saranno fatti i controlli?

Ma come saranno fatti i controlli da parte dei gestori per verificare che le persone siano davvero in possesso di green pass? Come stabilisce lo stesso decreto, i controlli saranno portati avanti tramite la app VerificaC19, sviluppata dal Ministero della Salute attraverso Sogei. Il titolate del locale attraverso l’app inquadrerà il QR code del cliente: se il green pass sarà valido comparirà una spunta verde, il nome e cognome della persona e la data di nascita. Questo perché c’è già chi starebbe pensando di falsificare questo documento. Il controllo sarà completato con la richiesta del documento di identità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.