Green pass obbligatorio su navi, aerei e treni: le regole da rispettare

Green pass obbligatorio su navi, aerei e treni: le regole da rispettare

Green pass obbligatorio da oggi 1° settembre 2021 per chi si muove su aerei, treni e navi. Ma quali sono le regole da rispettare per non incappare in brutte sorprese che si potrebbero tradurre in pesanti sanzioni?

Ecco cosa cambia da oggi, con il certificato verde che diventa necessario per potersi muovere. Non sempre, però, perché il Governo ha fissato delle eccezioni che è giusto conoscere perché potrebbero condizionare, in un senso o nell’altro, gli spostamenti di moltissimi italiani. Facciamo allora il punto della situazione per capire come muoversi da oggi 1° settembre 2021 in poi e quali sono le regole da osservare per chi si muove con mezzi di trasporto come aerei, treni e navi.

Green pass obbligatorio su navi, aerei e treni: le regole da rispettare

Le nuove linee guida che regolamentano i trasporti pubblici sono state rese note direttamente sul sito del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità. Sugli aerei, da oggi 1° settembre 2021, sarà obbligatorio esibire il green pass. Sono esentate da questo obbligo alcune persone. Quelle che possono dimostrare, con tanto di certificato medico, di non essere potute entrare in possesso del certificato verde per motivi di salute (tipo l’impossibilità di sottoporsi a vaccinazione). Negli aeroporti sarà predisposta la separazione dei percorsi di entrata e di uscita per evitare assembramenti e sarà obbligatoria la misurazione della temperatura.

Ma il green pass non è sufficiente per chi viaggia in aereo: sarà infatti obbligatoria anche l’esibizione di un’autocertificazione nella quale si attesti di non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni.

Anche sui navi e traghetti il green pass sarà obbligatorio, fatta eccezione per lo Stretto di Messina. Una volta saliti è obbligatorio il rispetto del distanziamento e l’uso della mascherina. Cosa sapere su green pass e treni? La certificazione verde è obbligatoria se si viaggia su treni Intercity, Intercity notte e alta velocità mentre non serve per tutti gli altri treni.

Anche in questo caso, così come per l’aereo, è necessaria l’autocertificazione nella quale si dichiara di non essere stati a contatto con pazienti positivi al Covid 19. 

Su funivieseggiovie e cabinovie il green pass non è obbligatorio: si potrà dunque viaggiare semplicemente rispettando le regole anti contagio di base sul distanziamento e sull’utilizzo della mascherina.

Per bustram e metro, nelle regioni in fascia bianca o gialla, viene disposto il riempimento all’80% della capienza totale. Per i passeggeri non è comunque obbligatorio il green pass.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.