Scomparso in montagna: ultime news sulle ricerche di Federico Lugato

Scomparso in montagna: ultime news sulle ricerche di Federico Lugato

Proseguono le ricerche di Federico Lugato, il 39enne escursionista scomparso lo scorso 26 agosto sulle montagne zoldane. Ha fatto perdere le sue tracce e dalla scorsa settimana una sessantina di persone si sono riunite per battere centimetro dopo centimetro la zona in cui l’uomo, originario di Mestre, è sparito.

La moglie, Elena Panciera, non si dà pace. Su Facebook la donna racconta le sue emozioni e le sue paure a sette giorni distanza dalla scomparsa del marito che, lo ricordiamo, era partito verso le 9 del mattino da Pralongo di Forno di Zoldo (Belluno)  per una passeggiata alla baita bivacco Angelini. Sarebbe dovuto rientrare a casa in giornata, come tante altre volte aveva fatto, e invece di lui si sono perse le tracce.

Scomparso in montagna: ultime news sulle ricerche di Federico Lugato

Di ipotesi in queste ore se ne stanno facendo tante: l’uomo, esperto di montagna, potrebbe essere stato colpito da un malore. Più il tempo passa e più le speranze di ritrovarlo in vita diminuiscono, così come afferma anche la stessa moglie sui social dove sono in molti a chiederle notizie del marito. La donna non si nasconde dietro un dito, si descrive come donna molto razionale e consapevole, quindi, che le speranze di ritrovarlo in vita sono adesso decisamente più basserispetto al primi giorno di ricerche. “La speranza di trovarlo vivo esiste ma è sicuramente molto ridimensionata rispetto all’inizio. Resto convinta che se c’è una persona dalla forza fisica, mentale, emotiva eccezionale sia lui”.

Ma che fine ha fatto Federico Lugato? L’uomo sembra svenuto nel nulla. Volontari e personale specializzato stanno battendo tutta la zona in cui l’uomo è stato avvistato ma per il momento del 39enne non c’è nessuna traccia. Le ricerche sono state effettuate anche con unità cinofile e droni ma non hanno al momento sortito alcun risultato. Nel frattempo, è partita una raccolta fondi su Facebook dove la moglie del 39enne sta chiedendo aiuto per fare in modo di sostenere tutte le persone, anche i volontari, che in questi lunghi sette giorni si sono spostati da casa per dare un contribuito alle ricerche. Sono stati analizzati anche i tabulati telefonici di Federico Lugato e il gestore di telefonia mobile a cui l’uomo si appoggiava è riuscito a fornire immediatamente la radiocopertura reale delle celle che coincide di fatti con quella ipotizzata dal soccorso alpino.

Per il momento, però, non ci sono purtroppo novità: l’uomo non si trova e sembra essere svanito nel nulla, in quella montagna che lo aveva accolto per una giornata di relax e divertimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.