FAQ Nuovo decreto 10 gennaio 2022: cosa cambia per i lavoratori

Nuovo decreto 10 gennaio: cosa cambia per i lavoratori

Il 10 gennaio 2022 è entrato in vigore un nuovo decreto che ha introdotto nuove regole sull’obbligo vaccinale e sul green pass. Cambiano le cose anche sul lavoro, sia in ambito pubblico che privato. Sarà importante, dunque, essere informati sulla nuova regolamentazione per non incappare in spiacevoli sorprese e in sanzioni anche piuttosto importanti che sono previste per coloro che non rispetteranno le nuove norme.

Ecco di seguito chiariti alcuni aspetti importanti per i lavoratori alla luce del nuovo decreto emanato dal Governo che resterà in vigore fino al 31 marzo 2022 ovvero fino alla fine dello stato di emergenza. Sono le FAQ che si possono leggere sul sito ufficiale del Viminale per approfondire ogni domanda sul tema.

Nuovo decreto 10 gennaio: cosa cambia per i lavoratori

Ecco alcune delle domande più frequenti che i lavoratori si stanno facendo adesso che sono cambiate alcune delle regole inizialmente fissate per la certificazione verde.

Green pass rafforzato obbligatorio per andare a lavoro?

No, sarà valido qualsiasi green pass compreso quello da test antigenico rapido o molecolare

Come saranno effettuati i controlli sul Green Pass?

I controlli continueranno a essere effettuati come in precedenza, ovvero saranno i datori di lavoro a datori di lavoro a definire le modalità operative per l’organizzazione delle verifiche, anche a campione, preferibilmente al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro, individuando, con atto formale, i soggetti incaricati dell’accertamento delle violazioni

Le regole sui controlli valgono anche per la PA?

Sì, nelle pubbliche amministrazioni, laddove l’accertamento non avvenga al momento dell’accesso al luogo di lavoro, la verifica dovrà avvenire su base giornaliera, prioritariamente nella fascia antimeridiana della giornata lavorativa. Potrà essere generalizzata o a campione

L’obbligo della certificazione verde vale per tutti i dipendenti pubblici e privati?

Sì, fino al 31 marzo 2022. L’obbligo riguarda anche il personale delle Autorità amministrative indipendenti, comprese la Consob (Commissione nazionale per la società e la borsa), la Covip (Commissione di vigilanza sui fondi pensione), la Banca d’Italia, gli enti pubblici economici e gli organi di rilievo costituzionale. Inoltre, l’obbligo di green pass vale anche per i soggetti titolari di cariche elettive e di cariche istituzionali di vertice.

L’obbligo di certificazione verde vale anche per i dipendenti del settore privato. Per accedere ai luoghi di lavoro, occorrerà essere in possesso della certificazione verde COVID-19 ed esibirla, su richiesta.

Chi è esente dal vaccino, come accede ai luoghi di lavoro nella PA?

Nel settore pubblico, per i soggetti esenti dalla campagna vaccinale, secondo quanto previsto dalle linee guida adottate con decreto del Presidente del consiglio dei Ministri del 12 ottobre 2021 il controllo sarà effettuato mediante lettura del QR Code. Nelle more del rilascio del predetto codice, tale personale – previa trasmissione della relativa documentazione sanitaria al medico competente dell’amministrazione di appartenenza – non potrà essere soggetto ad alcun controllo.

Green pass obbligatorio per il lavoro agile?

No, perché il possesso del green pass è previsto per accedere ai luoghi di lavoro. In ogni caso, nella pubblica amministrazione, il lavoratore che non possiede il green pass o non è in grado di esibirlo non può essere adibito per tale motivo a modalità di lavoro agile e risulta assente ingiustificato

Quali sistemi usano le aziende private per fare i controlli?

Oltre all’app Verifica C19, sono previste due soluzione di sistemi automatizzati di verifica:

Quali sistemi usa la PA per fare i controlli?

Oltre all’app Verifica C19, sono previsti diversi sistemi automatizzati di verifica che rispondono a differenti esigenze e al numero di dipendenti. Si posso consultare sull’apposita pagina messa a disposizione dal Governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.