Samantha muore a 35 anni per un trattamento estetico, lascia 5 figli. E’ caccia alla sedicente estetista

la storia di samantha migliore

Nonostante il dolore che sta provando in queste ore, il marito di Samantha Migliore, la donna morta oggi a Modena, ha deciso di andare in tv per raccontare la vicenda di sua moglie e per cercare di fermare la persona che ha provocato la sua morte. Samantha è morta poche ore fa dopo un trattamento estetico: forse una puntura al seno, non si capisce bene che cosa dovesse farle questa estetista che si sarebbe presentata in casa della coppia, con degli strumenti parecchio discutibili. Iniezione di silicone? Lo stabiliranno i medici che stanno analizzando il cadavere di Samantha per scoprire che cosa le è successo. Non si esclude nulla anche perchè questa sedicente estetista di nome Pamela, di cui si sono perse le tracce, è scappata da Maranello, dalla casa in cui si stava tenendo questo trattamento estetico. “Ci ha chiesto 1500 euro” ha detto il marito di Samantha, solo poco tempo fa felice al suo fianco nel giorno delle nozze. Oggi è distrutto dal dolore: “Io vedevo la luce nei suoi occhi, voleva fare questa cosa” spiega il marito di Samantha che lascia 5 figli. “Mi prenderò io cura di loro” rassicura l’uomo che racconta di aver lasciato la sua vita in Germania dopo aver conosciuto Samantha, di cui si era follemente innamorata.

La storia di Samantha morta a 35 anni a causa di una finta professionista

Una vita difficile quella della donna che solo due anni fa si era salvata dopo che il suo ex, aveva tentato di ucciderla. Forse anche per questo Samantha ha continuato a cercare la perfezione fisica, i trattamenti estetici, non sentendosi più bella come prima. Ma diventa inconcepibile pensare che ci si possa ancora rivolgere a personaggi come questa sedicente estetista che non hanno nessuna carica per farlo. Non era una professionista questa donna, pensare che in casa potesse fare un intervento di quel genere, è follia. Purtroppo Samantha si è fidata di questa persona, credendo di poter avere quello che cercava.

I carabinieri sono arrivati nell’abitazione della donna dopo l’allarme partito dai familiari. Al momento di quella che pare sia stata una “puntura”, una sorta di “infiltrazione” al seno a fini estetici, erano presenti in casa l’attuale marito della donna e altri conoscenti che al manifestarsi del malore hanno chiamato i soccorsi. Tra le prime ipotesi del decesso di Samantha uno  shock anafilattico o un arresto cardiocircolatorio , ma soltanto l’autopsia potrà chiarire le cause. Al momento non è noto nemmeno quale tipo di sostanza le sia stata iniettata. La donna, la sedicente estetista, sarebbe arrivata in casa con dei contenitori di alluminio con dentro delle sostanze coperte da cellophane, così rivela il marito di Samantha.

Il personale sanitario del 118 ha tentato di rianimarla per circa un’ora, ma la 35enne è morta subito dopo l’arrivo all’ospedale di Baggiovara (Modena). La persona che ha effettuato a domicilio la puntura al seno, a quanto appreso una donna di nazionalità straniera, non si sa se sia un’estetista qualificata o meno. Si è allontanata dalla casa mentre le persone presenti stavano telefonando al 118. La presunta estetista, che dovrebbe avere circa 50 anni e sarebbe di origine sudamericana, ha fatto finta di ricevere una telefonata, per uscire fuori da casa di Samantha e poi è scappata, facendo perdere le sue tracce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.