Adriano e Marcella morti abbracciati a letto: ritrovati in avanzato stato di decomposizione

carabinieri e ambulanza

Saranno le indagini a stabilire che cosa è successo nella casa di Palestrina dove Adriano e Marcella vivevano. E’ ancora troppo presto per capire che cosa è accaduto alla coppia. Purtroppo i due sono stati ritrovati morti, pare fossero in camera da letto, insieme.

I cadaveri sono stati identificati poche ore fa: sono Adriano Consorti e Marcella Alberti. Le forze dell’ordine hanno ritrovato i corpi nell’abitazione di via Gregorio Pantanelli a Palestrina. I due, di 52 e 60 anni, erano deceduti molto probabilmente già da qualche tempo dato lo stato di decomposizione in cui sono stati trovati i corpi. Sarà l’autopsia del medico legale a stabilire con precisione quando sono deceduti e le cause della morte. Si seguono chiaramente tutte le piste, dopo i ritrovamenti in casa, si ipotizza che entrambi possano aver fatto uso di sostanze stupefacenti che potrebbero aver causato la morte ma saranno solo gli esami autoptici a dare tutte le risposte del caso.

Adriano e Marcella ritrovati morti nella loro casa di Palestrina

Gli investigatori indagano a 360 gradi ma l’ipotesi più probabile è che abbiano avuto un malore in seguito a un’overdose di stupefacenti. La coppia in passato aveva avuto problemi di tossicodipendenza e in casa sono stati trovati diversi flaconi di metadone che saranno analizzati. A far escludere una rapina o qualcosa di questo genere, il fatto che la porta era chiusa dall’interno, quindi è improbabile che nell’abitazione sia entrato qualcuno. L’appartamento era in disordine, ma lo stato della casa sarebbe riconducibile alle modalità di vita di Consorti e Alberti, non all’azione di una terza persona, almeno, secondo le prime ipotesi avanzate, ma è ancora presto per trarre delle conclusioni.

I vicini hanno detto di non vedere la coppia da giorni e hanno anche segnalato il cattivo odore che proveniva dalla casa di Marcella e Adriano.

( immagine di repertorio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.