Tragedia a Bologna: baby sitter muore in piscina, era insieme alla bambina

Una baby sitter di 50 anni è morta dopo esser caduta in piscina, era insieme alla bambina che stava accudendo, anche lei in ospedale ma in miglioramento
baby sitter morta bologna

I fatti sono accaduti ieri ma solo questa mattina, la notizia viene raccontata da tutti i media nazionali. Una vera e propria tragedia quella che è accaduta ieri a Bologna. Una baby sitter filippina di 50 anni infatti è morta mentre guardava la bambina che le era stata affidata. Le due, secondo quanto si legge sul Corriere di Bologna, erano insieme in piscina, a casa dei nonni della piccola, sui Colli Bolognesi. Entrambe, sarebbero cadute in piscina perdendo i sensi, non si capisce ancora cosa sia accaduto realmente. La bambina si è salvata mentre per la baby sitter, non c’è stato nulla da fare. La donna è stata trasportata in ospedale, dopo diversi tentativi da parte dei soccorritori di rianimarla ma non ce l’ha fatta, è morta in ospedale.

Baby sitter muore dopo caduta in piscina: salva la bimba che stava accudendo

Saranno le forze dell’ordine a mettere insieme i tasselli per capire che cosa è successo ieri, intorno alle 11,30 nella casa dei nonni della piccola. Probabilmente la bambina è caduta per sbaglio in piscina o si è sentita male mentre faceva il bagno. La baby sitter, che pare non sapesse nuotare, potrebbe essersi gettata in acqua nel tentativo di salvarla e potrebbe quindi aver perso i sensi successivamente. A dare l’allarme è stato il personale di servizio che in quel momento era in casa impegnato nei lavori domestici,

L’intervento dei soccorsi è stato tempestivo e il cuore della baby sitter ha ripreso a battere, anche la bambina è stata rianimata. Entrambe sono state portate in ospedale e ricoverate in gravi condizioni: la bimba al Sant’Orsola in rianimazione, la baby sitter nello stesso reparto ma all’ospedale Maggiore. Successivamente però le condizioni di salute della donna si sono aggravate ed è morta.

Difficile capire se siano state le conseguenze dell’annegamento o il forte malore a causarne la morte. La piccola è invece stata sottoposta ad esami per escludere eventuali danni ma sembra fuori pericolo. Respira autonomamente anche se è molto provata. La prognosi per il momento, resta comunque riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.