Chico Forti resta negli Usa, tutto bloccato con la caduta del governo. Lo sconforto dello zio

Non ci sono novità sul caso di Chico Forti che resta ancora negli Usa. La caduta del Governo in Italia, complica tutto
chico forti in usa

Quando il ministro di Maio, due anni fa, annunciò sui social, che il ritorno di Chico Forti in Italia era imminente, tutte le persone che da anni lottano per vederlo di nuovo a casa, hanno pensato che sarebbe stato difficile ma che finalmente, qualcosa si era mosso. Mai avrebbero però pensato che, due anni dopo, con una mobilitazione mondiale, con una fortissima attenzione mediatica, nulla sarebbe cambiato. E nulla a oggi, è successo. O meglio, tante cose sono cambiate ma Chico Forti, resta ancora in America, dove continua a scontare la sua pena. “Sembrava tutto risolto due anni fa a Natale, invece è ancora tutto bloccato” queste le parole dello zio di Forti, Gianni, che da anni lotta per riportare l’uomo in Italia. Oggi, però, è sconfortato per quello che sta succedendo perchè la caduta del Governo, complica inevitabilmente tutto.

Chico Forti resta bloccato negli Usa: le ultime notizie

Chico Forti è in carcere da 22 anni negli Stati Uniti con l’accusa di omicidio in attesa di essere estradato, omicidio per il quale, si è sempre proclamato innocente. Lo zio di Forti al quotidiano Dolomiti ha spiegato: “La situazione purtroppo, come sta accadendo ormai da un quarto di secolo, si è bloccata con la caduta del governo e come minimo bisognerà aspettare il prossimo a meno che non accada qualcosa di inaspettato ma la vedo molto dura“. Poi ha spiegato che nonostante la vicinanza di tanti amici, l’impegno di chi vuole riportare Chico Forti in Italia, la situazione è complicata, anche dal punto di vista emotivo. E visto quello che sta succedendo in Italia in questo momento, il caso Chico Forti, non è una priorità, di questo a quanto pare, sia lui che la famiglia ne sono consapevoli. Lo zio di Chico ha spiegato: “E’ scivolato di nuovo in fondo alla lista” parlando con i giornalisti di Tgcom24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.