Omicidio Alice Neri: è caccia al killer tunisino

Le ultime notizie sull'omicidio di Alice Neri: è caccia in tutta Europa al tunisino che l'avrebbe assassinata
omicidio alice neri

Un giallo che sembra ormai essere a un punto di svolta, quello legato alla morte di Alice Neri. Bisognerà mettere insieme gli ultimi tasselli ma è evidente che il suo assassino, potrebbe essere realmente il famoso “terzo uomo” di cui tanto si è parlato in questi ultimi giorni. Cosa sappiamo? Le ultime notizie continuano a parlare di una vera e propria caccia all’uomo. E adesso è scattato un mandato di cattura europeo nei confronti di Mohamed Gaaloul. Il suo nome è stato reso noto dai media che stanno seguendo la notizia in Emilia Romagna, dai giornalisti che sul campo, stanno cercando tutte le possibili informazioni su questa intricata vicenda. E in attesa di avere le risposte, quelle che la famiglia di Alice si aspetta, la procura indaga per omicidio volontario e distruzione di cadavere: questi i capi di imputazione che pendono sulla testa del 29enne. Emergono intanto altri dettagli su quanto accaduto la notte dell’omicidio di Alice ma non solo. Una delle prime domande alle quali le forze dell’ordine hanno risposto è stata quella relativa al rapporto esistente tra Mohamed e Alice: si conoscevano? In un primo momento si era detto che non c’era nessun legame tra il tunisino e la mamma trentenne ma invece, emergerebbe un’altra verità su questa vicenda. Un rapporto di conoscenza di almeno un anno. L’uomo la stava spiando?

Perchè Alice Neri è stata uccisa?

I carabinieri del reparto operativo di Modena stanno cercando l’uomo tra Francia e Germania, non escludendo possa trovarsi anche in Svizzera. L’uomo è ricercato per l’omicidio di Alice, la 32enne di Ravarino uccisa e carbonizzata nella sua auto ritrovata bruciata nelle campagne di Fossa di Concordia. La moglie di Mohamed Gaaloul si trova in Grecia a casa di parenti, mentre il 29enne è sparito da Concordia il giorno dopo la scoperta del cadavere.

A incastrare il 29enne, le immagini delle telecamere presenti nei pressi del bar in cui Alice, la sera in cui è stata uccisa, si era intrattenuta con un suo collega di lavoro. Mohamed Gaaloul è stato ripreso dalle telecamere dello Smart Cafè, l’ultimo locale dove è stata vista prima della sua scomparsa. Mohamed , dimostrerebbero le telecamere, si aggirava tra il bar e la vicina sala slot. E’ possibile che lui e Alice si siano incontrati dopo che la ragazza ha salutato il suo collega. Ma come si è arrivati poi a un omicidio?

Secondo alcune indiscrezioni, i due si conoscevano da oltre un anno. Secondo quanto riferito da Il Resto del Carlino, infatti alcuni conoscenti di Mohammed Gaaloul avrebbero raccontato che i due si frequentavano da un anno e mezzo. Ricordiamo che il marito e il fratello di Alice hanno fornito agli inquirenti tutte le password degli account social della donna e forse questo ha permesso a chi indaga, di mettere insieme altri tasselli, anche se, ci sarebbero stati anche dei tentativi di manipolazione con chat cancellate e messaggi cancellati. Sarà un lungo lavoro quello che gli inquirenti dovranno fare, anche per comprendere quale possa essere il movente di questo omicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.