La storia di Gaia e il drammatico finale: la nave, i messaggi, il gesto estremo

E' drammatica la vicenda di Gaia: purtroppo, la ragazza si è tolta la vita. I messaggi trovati sul telefono testimoniano il gesto
gaia nave suicidio

Quello che passa nella testa di una ragazza di 20 anni, delusa per una relazione che sembra non funzionare, è difficile da interpretare. Così difficile che anche quando si hanno delle evidenti prove di quello che è successo, si pensa che sia accaduto altro. E invece Gaia Randazzo, si è tolta la vita. Non ci sono ormai più dubbi. I messaggi che sono stati trovati sul suo cellulare, sembrano raccontare una storia molto diversa da quella che la famiglia conosceva. Gaia stava male, soffriva a tal punto da pensare di togliersi la vita su quella nave che avrebbe dovuto portarla dalla Liguria alla Sicilia. Una scelta non casuale probabilmente. Ha preferito il viaggio in nave, non ha voluto prendere l’aereo, forse perchè aveva già deciso che cosa ne sarebbe stato della sua giovane vita. Una relazione di due mesi, finita non poteva portare a un suicidio: questo il pensiero di tutta la famiglia di Gaia, della sua mamma, dei fratelli, degli zii pronti ad accoglierla in Sicilia. Ma purtroppo la ventenne aveva il cuore infranto e forse, un dolore che nessuno riusciva a comprendere, nascosto così tanto bene, che nessuno si era accorto di quello che le stava succedendo.

Per giorni si è parlato del famoso messaggio mai partito, che Gaia aveva inviato al suo ex fidanzato. Ma in realtà, il cellulare di Gaia conteneva ben altro. Una verità amara che tutta la famiglia ha scoperto solo dopo la tragica morte della giovane. Decine di messaggi che Gaia ha scambiato con il suo fidanzato, tra gli ultimi quelli in cui scriveva che si sarebbe tolta la vita, così non sarebbe più stata un peso per il ragazzo. Se n’è parlato anche nella trasmissione Chi l’ha visto, nella puntata del 21 dicembre. Il contenuto dei messaggi di Gaia deve restare tutelato, per il suo bene, in rispetto di quella che è stata la sua vita. Quello che però si può raccontare, è che Gaia in modo esplicito, ha fatto capire, con video e messaggi, quello che aveva deciso di fare.

Il dolore di Gaia: nessuno si è accorto di nulla

I familiari di Gaia non possono che prendere atto di questo drammatico epilogo. Ieri a Chi l’ha visto hanno spiegato che mai avrebbero potuto immaginare qualcosa di simile, non le avrebbero mai permesso altrimenti, di prendere il traghetto. Purtroppo però tutta la verità su questa drammatica storia è emersa con i messaggi che gli inquirenti hanno ritrovato sul cellulare di Gaia. Non ci sono biglietti ma c’è tutto il dolore di Gaia per quello che le stava succedendo e la disperazione di una ragazza di 20 anni. Forse anche un’ultima richiesta di aiuto alla persona per cui soffriva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.