Arezzo lite tra vicini: un uomo ucciso con un colpo di fucile

Un uomo è stato ucciso ieri ad Arezzo : ci sarebbe stata una lite tra vicini finita nel peggiore dei modi
carabinieri

I media toscani oggi ne parlano come dell’omicidio della Befana, perchè il fatto è accaduto proprio nella notte tra il 5 e il 6 gennaio ad Arezzo. Un uomo è stato ucciso in quella che dovrebbe essere una notte di festa, una donne in cui i bambini attendono le loro calze della Befana. Purtroppo anche questa magica notte è macchiata dal sangue. Tutto sarebbe iniziato da una violenta lite , una litigata tra vicini. Poi il tragico epilogo: l’omicidio. Poche ancora le informazioni, non si conoscono le identità delle persone coinvolte in questa vicenda e neppure il nome della vittima. E’ La Nazione a fornire alcuni dettagli; secondo le prime ricostruzioni che emergono ancora in via di conferma, un colpo di fucile avrebbe spezzato la vita di un uomo di 59 anni. Come detto, non si conosce l’identità dell’uomo che sarebbe stato ucciso dal suo vicino di casa.

Arezzo lite tra vicini finisce in tragedia: un morto

Il fatto di sangue è avvenuto a San Polo, in una delle case isolate che circondano il paese, lungo la montagna, in fondo ad una strada sterrata che si immerge nel verde.

La prima ipotesi è che uno si sia diretto con la ruspa contro la casa e che a quel punto sarebbero state esplose delle fucilate. Perchè questa persona sia salita sulla ruspa per andare contro la casa del vicino, resta da capire. Tante ipotesi ma poche certezze su quello che è accaduto, sui motivi di questa lite. L’uomo a bordo della ruspa, ha distrutto anche le macchine dei suoi vicini di casa.

Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri. La porta d’ingresso è stata divelta, ed è stata anche danneggiata la struttura in volta di un’abitazione a due piani. Una casa dichiarata inagibile dai vigili del fuoco, che al loro arrivo hanno arrestato il motore del mezzo agricolo rimasto acceso e fatto uscire in sicurezza quanti erano rimasti dentro l’abitazione. La vittima era del 1964. I fatti sarebbero accaduti poco prima delle 22 di ieri e non durante la notte, questo l’ultimo aggiornamento che arriva da Arezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.