Matteo Messina Denaro un selfie in clinica, perchè? E’ giallo

Ci sono parecchie perplessità dopo l'arresto di Matteo Messina Denaro e spunta un selfie che genera non pochi dubbi: perchè scattarsi una foto?
matteo messina denaro

La cattura di Matteo Messina Denaro sta suscitando reazioni di ogni tipo. L’Italia intera si congratula con le forze dell’ordine, con i Carabinieri che ieri a Palermo dopo 30 anni di latitanza hanno arrestato il boss. Ma non si può fare a meno di notare che ci sono anche molte perplessità in questa storia. Sembra evidente che Matteo Messina Denaro si curasse in quella clinica da tempo, come mai nessuno si è accorto prima di quello che stava succedendo? Forse per via del documento che usava e per il nuovo volto sfoggiato, molto diverso da quello che tutti ricordavano? Sul lavoro certosino di chi è arrivato all’arresto non ci sono dubbi ma le domande riguardano le persone che erano in qualche modo a contatto con Matteo Messina Denaro. In particolare oggi si discute su una foto, un selfie pubblicato da La verità che Matteo Messina Denaro ha scattato con un infermiere della clinica La Maddalena dove stava ricevendo le sue cure. Perchè cedere a una richiesta di questo genere? Perchè scattare una foto non conoscendo l’identità della persona che l’ha richiesta, che poteva magari essere un poliziotto in borghese che chiedeva uno scatto per accertarsi dell’identità del boss? Un sorriso che non sembra essere quello di una persona che ha dubbi, quello di Matteo Messina Denaro che forse non aveva più paura di essere arrestato, sapendo di essere molto malato. O forse sapeva di potersi fidare di qualcuno. Oggi i dubbi sono tanti e le domande lecite altrettante. E sono tante le persone a chiedersi come mai per anni Matteo Messina Denaro si sia potuto curare nella sua terra, abbia avuto una carta di identità valida. Non ultima anche la domanda di chi si chiede come mai un infermiere abbia voluto scattarsi un selfie con un paziente in cura, forse per affetto, visto che passano molto tempo insieme e magari si diventa amici? E perchè in questo caso, un super latitante ricercato da 30 anni acconsentirebbe allo scatto?

Trovato il covo del boss: le ultime notizie

Nel frattempo le indagini proseguono e nelle ultime ore le forze dell’ordine hanno mostrato le immagini dal covo di Matteo Messina Denaro. Un covo a Campobello di Mazara, in provincia di Trapani.

Il covo si trova in un anonimo palazzetto a due piani gialli in una zona semicentrale del comune del Trapanese, che dista circa 80 chilometri da Palermo. Qui avrebbe a lungo soggiornato il boss ma non si sa cosa abbiano trovato all’interno i militari del Ros e in particolare se ci sia traccia del cosiddetto «archivio di Riina». Nel frattempo Matteo Messina Denaro pare sia stato trasportato in Abruzzo. Il carcere di Pescara potrebbe essere il luogo scelto per scontare la sua pena.

( fonte foto La verità)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.