Facebook, Gemelli Winklevoss: c’è una nuova causa contro Zuckemberg

Il social network più popolare del mondo che ha reso miliardario il suo fondatore, Mark Zuckemberg, continua a far gola ai gemelli Winhlevoss, che oramai da ben sette anni continuano – tra un’aula di tribunale e l’altra – di farsi riconoscere la paternità del sito. E’ infatti durata appena un giorno la tregua tra Zuckemberg e i gemelli, i quali avevano accettato il patteggiamento offerto da Zuckemberg da 65 milioni di dollari. Ma ci hanno ripensato. Infatti, dopo aver annunciato di non ricorrere alla Corte Suprema per stabilire una volta per tutte di chi fosse stata realmente l’idea di creare il sito, adesso i gemelli hanno fatto sapere che apriranno una nuova causa, questa volta però nello Stato del Massachussetts. Questa volta però la questione è diversa: non si tratta di copyright ma, i gemelli Winklevoss sostengono che quei 65 milioni di dollari furono stabiliti senza che venissero mostrati documenti che provavano il vero valore economico del social network così fortunato: una cifra che potrebbe aggirarsi attorno ai 100 miliardi di dollari. Ricordiamo che il diverbio tra Zuckemberg e i gemelli Winklevoss va avanti ormai da 7 anni, esattamente dal 2004. I gemelli, compagni di corso di Zuckerberg ad Harvard, hanno sempre detto che quello che è conosciuto come il “fondatore di Facebook”, in realtà aveva rubato una loro idea. Chi ha visto il film “The social network”, ricorderà bene come sono stati descritti i fatti. I gemelli, in poche parole, avevano chiesto a Zuckemberg una aiutino dal punto di vista informatico, nella creazione del loro social network: ma, a sorpresa, hanno visto on line il sito creato da Zuckerberg, a loro avviso copiato dalla loro idea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.