Pensioni quota 100 ultime notizie: Salvini conferma la misura


Pensioni quota 100 ultime notizie: Salvini conferma la misura

Il vicepremier Matteo Salvini torna a parlare della misura delle pensioni quota 100, uno dei cavalli di battaglia della Lega. Infatti il Ministro dell’Interno vuole arrivare al superamento della Legge Fornero. Nei giorni scorsi si è parlato dell’apertura dell’Italia nei confronti di Bruxelles, per evitare conseguenze. Si è dunque parlato di un taglio pari a circa lo 0,2%. Cosa succede quindi a misure come le pensioni quota 100 e il reddito di cittadinanza? In sostanza cambia davvero poco e il Governo M5S-Lega continua dritto per la sua strada. Scopriamo quindi quali sono le ultime notizie.

MATTEO SALVINI PARLA DELLE PENSIONI QUOTA 100: ECCO COSA SUCCEDERA’ NEL 2019

Il vicepremier Salvini non ha mai nascosto di voler superare la Legge Fornero, utilizzando anche parole forti rispetto alla riforma messa in atto qualche anno fa. Bruxelles però nelle scorse settimane ha bocciato la manovra economica italiana. Dunque il premier Giuseppe Conte ha promesso una revisione della stessa, che non va a modificarne la sostanza, per cercare di avvicinarsi alle richieste europee. Salvini e Di Maio, i veri leader di questo Governo, hanno dato il via libera ad un taglio delle risorse destinate ad alcune misure della manovra in favore degli investimenti. Ora però Salvini dice basta: “Diciamo fermamente no ad un taglio del deficit che possa andare oltre lo 0,2 per cento“.

Queste le parole del Ministro dell’Interno, nonché leader della Lega.

Il vicepremier non nasconde la volontà di far partire la misura delle pensioni quota 100 il prima possibile, da gennaio o febbraio possibilmente.

Lo slittamento delle tempistiche di avvio dipende chiaramente da motivi tecnici. Dunque rispetto all’Europa il vicepremier si è espresso dicendo: “Andremo a Bruxelles a testa alta portando rispetto e chiedendo rispetto con l’obiettivo di far crescere questo Paese“. Ha inoltre affermato che ci sono molti investitori che non vedono l’ora di vedere approvata la manovra per “comprare italiano” e “investire in Italia“.

Intanto ricordiamo che con le pensioni quota 100 si potrà lasciare il mondo del lavoro molto prima rispetto a quanto previsto dalla Legge Fornero, favorendo in tal modo il turnover delle forze lavoro. I requisiti minimi sono di aver compiuto 62 anni di età e di aver versato 38 anni di contributi. In tal modo le aziende possono lasciar andare le persone che a 62 anni sono stanche di lavorare assumendo i giovani che possono portare anche innovazione. Dunque la riforma delle pensioni si attesta su un quadro generale più ampio, ed ha l’obiettivo di far ripartire l’economia.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.:03370960795 - iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close