Assegno invalidità, le patologie per le quali è prevista la sua immediata erogazione


assegno invalidità

Ci sono delle patologie per le quali si ottiene l’erogazione immediata dell’assegno d’invalidità. Quest’ultimo si ottiene in caso di invalidità civile. Stiamo parlando della difficoltà a portare avanti alcune funzioni della quotidianità o di relazione. Ciò può essere determinato da un deficit fisico, intellettivo, psichico, di problemi all’udito o alla vista. La patologia dunque deve essere invalidante e l’invalidità civile deve essere accertata da una commissione. L’invalido civile è affetto dunque da patologie che compromettono le normali attività di tipo lavorativo se la persona è in età da lavoro. Stessa cosa vale per chi è affetto da una patologia che non gli consente di svolgere normalmente le attività tipiche della sua età, dunque ha meno di 18 anni e più di 65 anni e 7 mesi. Scopriamo dunque tutto quello che c’è da sapere sull’assegno di invalidità.

Assegno di invalidità, cos’è e a chi spetta: le patologie che comportano la sua erogazione

L’assegno di invalidità spetta a chi è dichiarato invalido con una percentuale che è compresa tra il 74% e il 99% e che versi in uno stato di necessità economica. Per gli invalidi civili al 100%, invece, è prevista una pensione di inabilità. Ci sono delle patologie che comportano l’erogazione di questo assegno.

Una di queste è l’ernia.

Si parla di ernia quando un organo interno fuoriesce dalla parete del muscolo o del tessuto. Le linee guida dell’Inps riportano il riconoscimento dell’invalidità con ernia inguinale, iatale, epigastrica, ipogastrica, crurale, ombelicale, epigastrica. Chi richiede l’assegno di invalidità deve dunque dimostrare che l’ernia è invalidante al punto da impedire di lavorare. Anche con la depressione può essere riconosciuta l’invalidità civile. In base alla gravità della patologia, che può rendere più o meno impossibile lavorare, si può richiedere l’assegno di invalidità.

Come fare domanda per ottenere l’assegno di invalidità

L’assegno di invalidità si ottiene dimostrando una riduzione della capacità lavorativa di almeno un terzo. Per fare richiesta di invalidità è necessaria la documentazione medica attestante la patologia. Dunque la commissione esaminatrice esaminerà tutto ciò che ha a disposizione per comprendere la situazione della persona che fa domanda di invalidità civile. Il certificato del proprio medico dovrà dunque essere inoltrato all’Inps accedendo attraverso la propria area personale. Dopodiché verrà fissata una visita presso la Asl per la valutazione della situazione da parte di una Commissione. Se la richiesta non viene accolta, si può fare ricorso in tribunale se si ritiene di aver diritto all’assegno di invalidità perché impossibilitati a lavorare.

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close