Reddito di cittadinanza ultime notizie, a chi spetta nel 2019: arriva il vincolo per Isee e conto in banca


reddito di cittadinanza

Quali sono le ultime notizie sul reddito di cittadinanza? La ridefinizione delle risorse varierà la platea dei destinatari? A quanto pare no. Questa misura, contenuta all’interno del contratto di Governo stipulato da Lega e M5S, non sembra essere a rischio nonostante le varie critiche e i dubbi dell’Ue. Il reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia del M5S, partirà nei tempi previsti e dunque a partire dal giorno 1 aprile 2019. A dirlo è Giovanni Tria, Ministro dell’Economia, ospite di Porta a Porta. Slitta dunque di un paio di mesi questa misura, e non partirà a febbraio come promesso dal Ministro del Lavoro Luigi Di Maio. Questo ritardo era però prevedibile per evitare la procedura di infrazione nei confronti dell’Italia da parte dell’Ue.

REDDITO DI CITTADINANZA ULTIME NOTIZIE, COME FUNZIONA QUESTA MISURA PER I CITTADINI

A seguito dell’approvazione della manovra economica ci sarà un Decreto Legge che definirà nel dettaglio il reddito di cittadinanza per il 2019. Ciò che si sa è che le risorse a disposizione sono scese da 9 miliardi a 7,1 miliardi di euro. Un miliardo dovrà essere destinato al potenziamento dei centri per l’impiego. Il Premier Giuseppe Conte ha ripetuto in Senato che non vengono ridotti né “i contenuti né la platea dei destinatari” di questa misura.

Secondo le stime dell’Istat a poter beneficiare del reddito di cittadinanza potrebbero essere circa 5 milioni di persone. Si tratta di cittadini italiani che versano in condizioni di assoluta povertà.

Il reddito annuo deve essere inferiore ai 9mila euro. Per loro dunque, a partire dal giorno 1 aprile 2019, ci sarà un aiuto di 780 euro.

Potranno ottenere il beneficio anche più membri appartenenti alla stessa famiglia purché il reddito sia inferiore alla soglia di povertà relativa che è stata fissata proprio a 780 euro mensili. Altro punto fondamentale è la ricerca attiva di un lavoro. La misura non vuole infatti essere un sostegno per i fannulloni, ma incentivare la ricerca di un’occupazione e il reinserimento nel mondo del lavoro.

Per definire se la persona necessita del reddito di cittadinanza perché versa in situazione di povertà, sarà necessario il modulo Isee. Ad avere un ruolo sarà però anche il conto in banca. Chi ha più di 5mila euro non potrà accedere al beneficio. Inoltre non potrà ottenere il sostegno chi ha un’auto immatricolata di recente e chi ha una seconda casa. Chi vive in una casa di proprietà avrà un assegno ridotto, che si attesterà circa sui 5mila euro.

Si potrà ottenere il reddito di cittadinanza per 18 mesi. In questo arco temporale bisognerà frequentare dei corsi di formazione presso i centri per l’impiego e svolgere 8 ore settimanali di lavori di pubblica utilità per il proprio Comune di residenza. Se si rifiuta un’offerta di lavoro per tre volte, si perde il reddito di cittadinanza.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close