Riforma pensioni 2019 ultime notizie: Conte svela le tempistiche del Decreto


riforma pensioni 2019 conte

Sono ore molto delicate per il Governo M5S-Lega, in quanto a breve si voterà l’approvazione del Decreto Legge contenente la riforma delle pensioni 2019 e il reddito di cittadinanza. A svelare le tempistiche del Decreto è stato il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, nel corso dell’intervista andata in onda a Porta a Porta nella serata di ieri su Rai 1. A quanto pare domani, giovedì 10 gennaio 2019, la bozza del Decreto verrà portata in approvazione al Consiglio dei Ministri. Dunque, salvo imprevisti, dovrebbero entrare in vigore le nuove norme previste per quanto riguarda la riforma delle pensioni 2019. Scopriamo cosa ha detto il premier Conte a Porta a Porta e cosa contiene il decreto per quanto riguarda le pensioni.

RIFORMA PENSIONI 2019: GIOVEDI’ 10 GENNAIO 2019 ARRIVA IL DECRETO LEGGE?

Il premier Giuseppe Conte, nel corso della sua intervista per il programma di Rai 1 Porta a Porta, ha parlato di alcune tematiche riguardanti l’Italia e il Governo. Dopo l’approvazione della Legge di Bilancio 2019, è il momento del Decreto Legge sulla riforma delle pensioni e sul reddito di cittadinanza. Le misure contenute sono tra le più attese dai cittadini italiani, che vedranno importanti cambiamenti alle norme attualmente esistenti.

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha dunque detto: “Giovedì porteremo il reddito di cittadinanza e quota 100 in approvazione al Consiglio dei ministri“.

Dunque ci sono dei tempi ben definiti per quanto riguarda l’approvazione della bozza relativa alle pensioni e al reddito di cittadinanza.

Sono queste le riforme di cui il Paese ha bisogno“, ha detto il Premier relativamente a quanto fatto fino ad oggi dal Governo giallo-verde. Ha poi aggiunto: “Al momento stiamo lavorando ad un unico Decreto che contenga le misure su pensioni e reddito di cittadinanza“.

Dunque, in questo Decreto, ci sarà la riforma delle pensioni 2019, contenente la misura delle pensioni quota 100, una delle più discusse ma anche delle più rivoluzionarie. A volerla fortemente è soprattutto il vicepremier Matteo Salvini, che da sempre ha manifestato la volontà di superare definitivamente la Legge Fornero.

Stando alla bozza resa nota qualche giorno fa, con la nuova riforma delle pensioni e la quota 100 si potrà andare in pensione all’età di 62 anni con 38 anni di contributi versati. Ci saranno delle finestre di uscita dal lavoro differenziate tra settore privato e pubblico. Le finestre sono trimestrali per i lavoratori del privato, e semestrali per gli statali. I primi potranno andare in pensione già da aprile 2019, mentre i secondi dovranno aspettare il mese di luglio.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close